hamburger menu

Molteni: “Da lunedì taser per tutte le forze di polizia della Lombardia”

Il sottosegretario dell'Interno: "Dopo Milano, Brescia e Sondrio, anche negli altri capoluoghi di provincia gli agenti potranno contare su uno strumento non letale, di difesa e di non violenza"

taser

MILANO – I taser in dotazione alle forze di polizia lombarde aumenteranno. “Dopo Milano, Brescia e Sondrio, da lunedì 30 maggio il taser arriverà nella dotazione effettiva delle Forze di Polizia di Bergamo, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Monza, Pavia e Varese. Con questo ulteriore passaggio, gli operatori di pubblica sicurezza dei dodici Comuni capoluogo di provincia della Lombardia potranno contare su uno strumento in più per difendere la propria incolumità e quella dei cittadini: impegno mantenuto”. Lo dichiara il sottosegretario all’Interno Nicola Molteni, spiegando che il Governo è al lavoro per aumentarne la dotazione.

LEGGI ANCHE: Taser alle Polizie locali, Molteni: “Va avanti, il no è sugli storditori”

Infatti, per Molteni “la pistola a impulsi elettrici, in dotazione a Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza in tutta Italia, è destinata agli operatori di pubblica sicurezza che si occupano di prevenzione e controllo del territorio, ossia a coloro che sono in prima linea, ogni giorno, per tutelare la sicurezza dei cittadini”.

LEGGI ANCHE: Niente storditori elettrici per le polizie locali: “Sono incostituzionali”

Secondo il sottosegretario insomma, “questo strumento non letale, di difesa e di non violenza sta confermando gli ottimi risultati già osservati nel corso della lunga fase di sperimentazione che, insieme ad un accurato addestramento, ha preceduto il suo utilizzo operativo e, proprio in un momento in cui la domanda di sicurezza che viene dai territori è in aumento, gli investimenti nel settore – afferma – sono prioritari”. Ecco perché “stiamo già lavorando – precisa – per sbloccare ulteriori risorse e aumentare il numero dei taser in dotazione”.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-05-27T16:08:35+02:00

Ti potrebbe interessare: