Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

VIDEO | Al Citiylife di Milano la mostra che unisce Dante e arte contemporanea

mostra_dante_milano
Del Corno: "Guardiamo al futuro tramite la poesia del passato"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Di Giovanni Domaschio

MILANO – Si è svolta oggi al parco CityLife di Milano l’inaugurazione di una mostra a cielo aperto intitolata ‘L’amor che move il sole e l’altre stelle’, pensata per coniugare l’arte contemporanea al ricordo di Dante Alighieri a 700 anni dalla morte. Se apparentemente il poeta e le installazioni artistiche odierne possono sembrare molto distanti, ci sono degli elementi che li accomunano, come spiega Massimiliano Finazzer Flory, direttore artistico della mostra: “In comune ci sono almeno tre elementi: c’è il tema dell’esilio, perché come è stato esiliato Dante spesso succede lo stesso all’arte contemporanea”. Il secondo elemento secondo Flory “è quello dell‘invenzione, perché come era inventore Dante, lo sono anche gli artisti coinvolti in questa mostra”. Il terzo è invece quello dell’arte pubblica, “perché credo che lasciare il latino per il volgare, e quindi diventare accessibile a tutti- afferma il direttore artistico- sia uno degli obiettivi dell’arte contemporanea”.

La mostra, ospitata da CityLife e patrocinata da Generali, ospita nove diverse installazioni che mescolano tipologie e stili diversi di arte. L’ultima, quella del compositore Roberto Cacciapaglia, è stata svelata solo dopo l’inaugurazione odierna, e si è rivelata essere una raffigurazione della Divina Commedia dotata di stereo musicali. Alla cerimonia era presente anche l’assessore alla cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno, che ha parlato di come la mostra rientri negli sforzi del Comune per promuovere la “condivisione dello spazio pubblico” e fornisca la possibilità di “partire dalla poesia del passato per rivolgere il nostro sguardo al futuro”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»