Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Inaugurata l’aula bunker di Lamezia Terme, Spirlì: “Sarà la casa della giustizia”

aula bunker_spirlì gratteri
"Il procuratore Gratteri e il presidente Introcaso ci hanno onorato di far parte di questa famiglia" ha dichiarato il presidente facente funzioni della Regione Calabria
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

REGGIO CALABRIA – “Sono particolarmente felice perché Jole Santelli ha voluto fortemente questa aula bunker. Questa ora è la casa della giustizia”. Così il presidente facente funzioni della Regione Calabria Nino Spirlì, in occasione dell’inaugurazione, oggi, dell’aula bunker di Lamezia Terme. Presenti il presidente della Corte d’Appello di Catanzaro Domenico Introcaso, il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, il procuratore generale Beniamino Calabrese e il direttore generale del ministero della Giustizia, Massimo Orlando.

“Il procuratore Gratteri e il presidente Introcaso – ha detto Spirlì – ci hanno onorato di far parte di questa famiglia. Grazie al ministero della Giustizia, la presidente Santelli ha dato la stura a questa collaborazione, consegnando l’aula bunker. E oggi noi consegneremo l’edificio di fronte, dove saranno sistemati gli archivi. La Regione Calabria, in questo momento, intende dare un segno preciso al territorio. Noi siamo per la giustizia, siamo per la legalità e non avremmo potuto mai rimanere fuori da questo progetto, anzi continueremo nel nostro affiancamento. Siamo molto orgogliosi di quello che sta accadendo. La Regione – ha aggiunto – ha scelto finalmente e definitivamente la legalità, e questa è una cosa molto importante”.
“Auguro buon lavoro a tutti gli operatori della giustizia e, sicuramente – ha concluso il presidente – faremo in modo che in questi luoghi ci possano essere maggiori comodità per tutti. Ci impegneremo a garantire ulteriori servizi e affinché chiunque venga qui a lavorare per la giustizia abbia la possibilità di non sentirsi isolato”.

GRATTERI: “AULA BUNKER LAMEZIA TERME È MERITO DI TUTTI”

Nel corso dell’inaugurazione il procuratore Capo di Catanzaro Nicola Gratteri ha dichiarato: “Il merito di questa bellissima opera è di tutti. Io ho fatto un po’ la testa d’ariete e sono riuscito a far sedere intorno a un tavolo anche gente che non aveva tanto interesse a far avere alla Calabria un’aula degna del livello del target qualitativo della magistratura, dell’avvocatura e delle forze dell’ordine. La Calabria aveva bisogno come il pane di un’aula bunker come questa, efficiente e funzionale”. Così il procuratore Capo di Catanzaro Nicola Gratteri oggi a Lamezia Terme nel corso dell’inaugurazione della nuova aula bunker.
“Ci sono aspetti qualitativi molto alti – ha aggiunto – abbiamo la videoconferenza contemporaneamente in 150 punti dell’aula, possiamo far sedere quasi mille persone secondo le regole del distanziamento anti-Covid ed esiste un sistema di monitoraggio dell’aula a circuito chiuso, sia esterno che interno”.
“Oggi è l’occasione anche di annunciare che la Regione ci concede altri spazi, una struttura di 3.600 metri per realizzare gli archivi per tutto il distretto. Vuol dire risparmiare – ha concluso – altri 600 mila euro l’anno di fitti. E questa è una notizia importante”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»