fbpx

Tg Lazio, edizione del 27 maggio 2020

CORONAVIRUS, NEL LAZIO 11 NUOVI CASI: E’ DATO PIÙ BASSO

Nel Lazio sono 11 i nuovi casi di positivita’ al coronavirus, 8 i decessi e 53 i guariti. I numeri odierni sono emersi durante la videoconferenza della task-force regionale per il Covid-19 alla presenza dell’assessore regionale alla Sanita’, Alessio D’Amato, il quale ha dichiarato che quello odierno “è il dato più basso dall’inizio dell’emergenza con un trend allo 0,1%”. Inoltre, ha aggiunto D’Amato, “Proseguono le attività per i test sierologici agli operatori sanitari e alle Forze dell’Ordine. La strategia integrata tra i test sierologici e i tamponi si sta dimostrando efficace nella conoscenza dei contatti e nell’individuazione degli asintomatici”.

CORONAVIRUS, ZINGARETTI IN VISITA AL GEMELLI DI ROMA

Questa mattina il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti e l’assessore regionale alla Sanita’, Alessio D’Amato, hanno visitato il Policlinico Gemelli di Roma. All’incontro erano presenti il presidente della Fondazione del Policlinico, Giovanni Raimondi,e alcuni medici e personale infermieristico. “Dal Gemelli e’ arrivato un contributo fondamentale per combattere questo virus- ha spiegato il governatore- Il sistema sanitario del Lazio, proprio grazie a eccellenze come questa, ha retto l’urto di una pandemia che fino a poco tempo fa era inimmaginabile”.

SPIAGGE, APP E CONTROLLI IN QUAD: ECCO PIANO ROMA CONTRO COVID

La sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha presentato stamani le misure per la stagione balneare 2020 sul litorale romano. Il piano, che riguarderà le spiagge libere, prevede l’installazione di paline in legno per delimitare gli spazi, controlli direttamente in entrata ma anche sulla sabbia, a bordo di quad, e una nuova app che segnalera’ in tempo reale le spiagge che avranno ancora disponibilita’ di spazio e quelle gia’ piene. “Controlleremo gli accessi garantendo le distanze- ha spiegato Raggi- Ma il cuore del progetto e’ l’app che ci consentira’ di monitorare in tempo reale la situazione”.

RAFFAELLO 500, SCHMIDT: MOSTRA EPOCALE, GRAZIE A MUSEI MONDO

La mostra per i 500 anni dalla morte di Raffaello alle Scuderie del Qurinale, bruscamente interrotta dalla pandemia di coronavirus, si appresta a riaprire al pubblico dal 2 giugno. A tessere le lodi di un evento di portata mondiale è il direttore degli Uffizi di Firenze Eike Schmidt: “Un immenso ringraziamento ai musei di tutto il mondo, ai prestatori che con la loro generosita’ hanno deciso di lasciare piu’ a lungo tutte le loro opere nella mostra di Raffaello alle Scuderie del Quirinale, consentendo al maggior numero di persone possibile di visitare questa esposizione epocale e irripetibile. La mostra e’ al completo- ha concluso Schmidt- ogni opera e’ presente”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

27 Maggio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»