A Ravenna domani nei parchi riaprono i giochi per bambini

È uno dei primi Comuni a fare questa mossa: è prevista una pulizia quotidiana con detergente neutro. Il sindaco: "Contiamo su responsabilità genitori contro gli assembramenti"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

RAVENNA – I bambini di Ravenna da domani potranno di nuovo divertirsi sugli scivoli e sulle altalene. Da domani tornano utilizzabili i giochi per i bambini nei 133 parchi e aree verdi comunali che erano stati chiusi durante la fase 1 dell’emergenza coronavirus. Oggi verranno preparati ad accogliere i bambini con un intervento di pulizia preliminare e verranno tolte le cordelle bianco-rosse e i cartelli di divieto che ne indicavano la non accessibilità. Dopo di che, su ognuno è previsto un intervento quotidiano di pulizia, in particolare dei principali punti di contatto (ad esempio sedute, catene, corrimano), delle attrezzature di gioco in ogni parco e area verde comunale.

LEGGI ANCHE: Centri estivi a entrate scaglionate, ecco linee guida Emilia-Romagna

La pulizia verrà effettuata mediante detergente neutro, utilizzando opportuno panno monouso o in alternativa nebulizzatore o spruzzatore, come da direttive ministeriali. “Un altro passo avanti che abbiamo fortemente voluto- commentano il sindaco Michele de Pascale e l’assessore all’Ambiente Gianandrea Baroncini- verso la restituzione di spazi importantissimi del nostro patrimonio di verde pubblico e che speriamo possano contribuire positivamente al divertimento e al gioco delle bambine e dei bambini più piccoli, che tanto hanno pagato in termini di socialità durante la fase acuta di isolamento”.

Sindaco e assessore sottolineano l’impegno che tale misura richiederà: “Siamo uno dei primi Comuni in Emilia-Romagna a mettere in atto tale intervento di lavaggio e disinfezione quotidiana delle aree gioco- spiegano- uno sforzo importante in nome del bene e della cura dei nostri piccoli cittadini”. Infine, invitano i cittadini a collaborare “affinché non si creino assembramenti” e a non gettare a terra guanti e mascherine.

LEGGI ANCHE : A Rimini centri estivi dal 2 giugno, gruppi di 5 bimbi

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»