Europee, a Genova il Pd è il primo partito: superato il 30%

La Lega non sfonda e si ferma al 27,56%. Crolla il M5s: scende al 18,36%
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

GENOVA – La Lega non sfonda a Genova. Nel capoluogo ligure, il primo partito è il Pd che supera di poco il 30% delle preferenze con 77.044 voti. Ripristinata, dunque, la leadership di cinque anni fa quando, con il boom renziano, i dem avevano sfiorato i 122.000 voti per il 44,58% delle preferenze. La Lega è seconda, con 70.663 voti e il 27,56% delle preferenze: cinque anni fa i voti stano stati solo 10.480 per il 3,83%. Nel 2014, secondi erano stati i cinque stelle con il 28,06% e 76.751 voti, crollati ora a 47.080 e 18,36%. Cala anche Forza Italia che prende solo 16.292 preferenze per il 6,35%: alle precedenti europee erano stati 29.637 voti e il 10,83% delle preferenze. Più che raddoppiato il risultato di Fratelli d’Italia, che arriva a 13.259 voti per il 5,17% (nel 2014, erano stati poco più di 6.000 e 2,21%). Solo briciole per i partiti dell’ultradestra: Casapound raccoglie 649 preferenze per lo 0,25% del totale, Forza nuova 224 per lo 0,09%. Fa meglio anche il Partito pirata con 743 preferenze, pari allo 0,29%.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»