Immigrato senza fissa dimora aggredito dal ‘branco’ al centro storico di Napoli

Il giovane origini afgane sarebbe stato aggredito da un gruppo di persone, non ancora identificate, perché considerato colpevole di aver messo a segno un furto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – Accerchiato, immobilizzato e colpito con calci e pugni. Il branco ha agito ieri sera in via Tribunali, pieno centro storico di Napoli. La vittima è un giovane immigrato di origini afgane senza fissa dimora, arrivato intorno alle 22:30 all’ospedale Pellegrini. Presentava ferite alla testa e contusioni multiple. Gli accertamenti dei carabinieri hanno permesso di ricostruire la dinamica di quanto accaduto.
Il giovane sarebbe stato aggredito da un gruppo di persone, non ancora identificate, perché considerato colpevole di aver messo a segno un furto. Le violenze sono durate per alcuni minuti, fino a quando il ragazzo è riuscito a scappare e rifugiarsi nella nota pizzeria dei Tribunali Di Matteo. Da lì è stato soccorso e accompagnato in ospedale per le cure. La prognosi è di sei giorni.

Le scene di violenza sono finite sui social tramite un video girato da un residente e poi postato. Il ragazzo afgano era stato ‘segnalato’ ieri su una pagina Facebook gestita da residenti del centro storico. Di lui si diceva che è una “persona pericolosa”, che “si introduce nelle case per rubare” e “aggredisce le vittime”. Al post è stata allegata anche una foto dell’uomo. L’aggredito non ha fornito dichiarazioni ai militari e non ha voluto sporgere denuncia. Sono in corso indagini per identificare i membri del branco.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»