Costa d’Avorio, torna la Challenger Race

Race Costa d'Avorio
Gli organizzatori hanno confermato che nonostante la pandemia di Covid-19 la competizione si terrà nelle giornate del 19 e 20 giugno nel villaggio di Akandje
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Correre nel fango, scavalcare barriere, arrampicarsi con corde e trasportare carichi pesanti: sono solo alcune delle prove che gli sfidanti – divisi per squadre e categoria – devono affrontare nell’ambito della Challenger Race, evento sportivo atteso in Costa D’avorio, e che da sette anni attira centinaia di partecipanti da tutto il Paese e dagli Stati vicini.

Oltre 20.000 i follower solo sulla pagina Facebook dell’iniziativa. Gli organizzatori hanno confermato che nonostante la pandemia di Covid-19 la competizione si terrà nelle giornate del 19 e 20 giugno nel villaggio di Akandje, non lontano dalla capitale Abidjan. “Dopo un triste 2020, tutti abbiamo bisogno di svagarci” hanno sottolineato gli organizzatori, annunciando per l’edizione 2021 della Challenger Race qualche novità.

Prima di tutto, “per coloro che non hanno mai partecipato, sono state create categorie specifiche e adatte a ogni età e a tutti i livelli di difficoltà”. Prevista poi la possibilità di formare “team building”, ossia gruppi di colleghi o persone che hanno “il desiderio di rafforzare la coesione e il lavoro di squadra”. La Challenger Race, ricordano ancora i responsabili, “permette ad alcuni di uscire dalla propria ‘comfort zone’ e cimentarsi in un’avventura sportiva unica, ricca di emozioni, mentre per altri, uomini e donne, gli obiettivi saranno la massima intensità, la prestazione e il posto in classifica”.

Si parte dalle categorie divise per età – possono accedere anche i bambini a partire dai quattro anni – a quelle organizzate per “capacità”. La categoria Liberty ad esempio è pensata per i più riluttanti, desiderosi di scoprire l’avventura con ostacoli opzionali e/o con difficoltà ridotta” mentre nell’Elite – dove la collaborazione tra compagni è vietata – “l’obiettivo è gareggiare con gli atleti più determinati e preparati della Costa d’Avorio e della regione” e il percorso è di circa 15 chilometri con alcuni ostacoli più difficili”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»