Sud Sudan, dopo l’agguato al vescovo Carlassare arrestato il coordinatore della diocesi

vescovo sud sudan
Padre John Matiang è stato arrestato insieme ad altre 12 persone, di cui almeno 3 religiosi, in relazione al ferimento del monsignore italiano
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – C’è anche il coordinatore della diocesi di Rumbek, padre John Mathiang, tra i religiosi sudsudanesi arrestati in relazione all’agguato contro monsignor Christian Carlassare. La notizia, diffusa dall’Association for Catholic Information in Africa (Aci), è stata confermata all’agenzia Dire da confratelli del vescovo. Il missionario italiano era stato eletto alla guida della diocesi l’8 marzo ed era in attesa della consacrazione, prevista il 23 marzo. Ieri notte è stato ferito alle gambe da due uomini armati che avevano fatto irruzione nel compound dove alloggiava. Dopo l’agguato, padre Carlassare è stato trasferito e questa notte è stato operato.

LEGGI ANCHE: Sud Sudan, ferito in un agguato il missionario italiano Christian Carlassare

Sud Sudan, padre Tadesse: “Carlassare è sotto shock, ma sta bene”

IERI LA CONDANNA DELL’AGGRESSIONE, OGGI L’ARRESTO

Secondo Aci, che ha sentito testimoni a Rumbek, i religiosi arrestati sono almeno tre. Provvedimenti sono scattati nei confronti di padre Luka Dor, del diacono Stephen Mangar, di Marko Margan Dungu, Thomas Kockedhie e Santino Deng Malek. Arrestato poi padre John Mathiang, che ha coordinato la diocesi dal dicembre 2013. Proprio ieri, in un’intervista all’emittente Radio Tamazuj, il religioso aveva condannato l’aggressione rendendo la sua testimonianza: al momento del blitz, di notte, si trovava nel compound anche lui. Gli arresti effettuati finora in relazione all’agguato sarebbero almeno 12.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»