Milano saluta Milva, in centinaia alla camera ardente al Piccolo

CAMERA ARDENTE MILVA FILA
Proposta l'iscrizione di Milva nel Famedio del Cimitero Monumentale. I funerali saranno in forma strettamente privata
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – Milano ricorda Maria Ilva Biolcati, in arte Milva, cantante e attrice morta a 81 anni. E lo fa con una lunga coda di persone in fila al Piccolo Teatro Strehler, quella che fu un po’ la seconda casa della ‘Pantera di Goro’, dove nel 1965 iniziò un sodalizio trentennale con il regista e direttore artistico Giorgio Strehler e oggi è stata allestita la camera ardente per omaggiarla. Per una vita, quella di Milva, divisa tra la musica e il teatro. Alle 9,30, orario di apertura della camera ardente, erano già tantissimi (circa 200 persone) i milanesi pronti a darle un ultimo saluto.

LEGGI ANCHE: È morta Milva: addio alla ‘pantera di Goro’

CAMERA ARDENTE MILVA

Tanta commozione sui volti, che lascia spazio però a ricordi felici, specie per i più anziani. “Una grande artista, una delle tante persone che non nascono qui ma che poi diventano profondamente milanesi- il ricordo del sindaco meneghino Beppe Sala- era una persona che sprigionava fascino”. Sala poi, si dice pronto a sostenere la richiesta presentata dalla consigliera Pd Diana De Marchi, ossia iscrivere Milva nel Famedio del Cimitero Monumentale: “Tutti i più grandi sono lì- commenta il primo cittadino- è giusto che ci sia anche lei”. La camera ardente, dove era presente anche la figlia della ‘Rossa’, Martina Corgnati, sarà visitabile fino alle 13.30. I funerali saranno celebrati in forma strettamente privata.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»