Sì alle visite nelle Rsa con il green pass: la proposta di Moratti alle Regioni

letizia moratti
L'assessora al Welfare della Lombardia crede sia arrivato il momento di rivedere le disposizioni sugli incontri tra parenti nelle residenze per anziani
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

di Marialaura Iazzetti

MILANO – Permettere le visite tra i familiari e gli ospiti delle residenze per anziani se a entrambi è stata rilasciata ‘la certificazione verde Covid-19’, il pass recentemente approvato per gli spostamenti tra le regioni nel decreto ‘Riaperture’. Questo il contenuto della proposta avanzata dall’assessora al Welfare della Lombardia, Letizia Moratti, alla conferenza delle Regioni. L’assessore ipotizza “un aggiornamento della normativa vigente che attribuisce alla direzione sanitaria delle Rsa la decisione e la responsabilità sulla possibilità di consentire le visite”.

Secondo Moratti gli incontri dovrebbero essere consentiti “se sia ai parenti/visitatori che all’ospite/paziente delle strutture stesse è stata rilasciata una delle certificazioni verdi Covid-19”. Per la vicepresidente l’aggiornamento delle disposizioni è necessario, perché “il perdurare dell’applicazione delle norme sul distanziamento potrebbe comportare un aumento dei disagi sia degli ospiti che dei loro cari. È giunto il momento di ripensare la chiusura alle visite nelle Rsa– conclude Moratti- consentendo nei limiti della sicurezza e della tutela della salute, riaperture agli incontri e ai ricongiungimenti attesi di mesi”.

LEGGI ANCHE: Il sindaco di Milano contro chi grida agli assembramenti: “Liti banali”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»