fbpx

Tg Politico Parlamentare, edizione del 27 aprile 2020

FASE 2, FABBRICHE APERTE E TANTI DUBBI

Riaprono manifattura e cantieri. Sì a incontri coi parenti nella stessa regione ma no ai party privati. Via libera alla ristorazione da asporto e parchi aperti ma sorvegliati. Ecco le misure del governo per la fase 2, al via dal 4 maggio. Per il commercio al dettaglio bisognerà attendere il 18 maggio. Per bar e ristoranti, parrucchieri e centri estetici il giorno buono per ripartire potrebbe essere il primo giugno. Il decreto firmato da Conte, però, lascia qualche dubbio interpretativo. Chi sono i “congiunti” a cui si può far visita? Quali sono i luoghi chiusi in cui indossare la mascherina? Ci si potrà recare nelle seconde casa? Il governo ha una settimana di tempo per chiarire.

MESSE IN CHIESA, E’ SCONTRO TRA GOVERNO E VATICANO

E’ scontro tra governo e Vaticano sulla celebrazione delle messe con i fedeli. Palazzo Chigi non prevede di riaprire le chiese per le messe nella fase 2 e la Cei attacca: “Libertà di culto violata”, dicono i vescovi. La ministra della Famiglia Elena Bonetti parla di “decisione incomprensibile” che va “cambiata”. Il governo fa una mezza marcia indietro: “Stiamo studiando un protocollo che consenta le celebrazioni in sicurezza quanto prima”, fanno sapere da palazzo Chigi. Ma la polemica politica non si ferma. Il centrodestra tutto critica il governo e Berlusconi addirittura di decisione “irragionevole e persecutoria”.

SALVINI E MELONI PRONTI A PROTESTARE IN PIAZZA

Siamo pronti a scendere a piazza per protestare contro un governo ha deciso di far fallire l’Italia. Matteo Salvini e Giorgia Meloni bocciano la fase due messa a punto dal governo e si dicono pronti a manifestare. “Dopo 47 giorni di reclusione fateci uscire, guadagnare e lavorare, chiede Salvini. Per Meloni “la fase due è quasi identica alla fase uno: si decide che qualcuno può aprire e qualcun altro non deve avere speranza, se sei di quel settore sei morto”. Il centrodestra, però, non è tutto unito. Silvio Berlusconi continua a tenere Forza Italia su posizioni ben più moderate, chiedendo al governo di sostenere subito e meglio il settore del turismo.

L’ESTATE INCERTA DEI BAMBINI, TRA PARCHI E CENTRI ESTIVI

Sono tante le incognite sull’estate di bambini e ragazzi. Il premier Conte ha confermato la chiusura delle scuole fino a settembre e l’apertura dei parchi ma con regole stringenti. Resta l’incognita delle attività estive. La ministra per la Famiglia Elena Bonetti annuncia un confronto con i sindaci per condividere regole sull’uso dei parchi ma anche sui centri estivi. Per Bonetti infatti dopo essere “rimasti chiusi in casa per due mesi” ai ragazzi serve “un contatto educativo”.

L’ITALIA INVECCHIA, OLTRE 7 MILIONI GLI OVER 75

L’Italia è un Paese per vecchi. Sono 7 milioni gli anziani over 75 che risiedono nel nostro Paese. Si tratta, rileva l’Istat, dell’11,7% del totale della popolazione. Di questi il 60% è composto da donne. Sono invece 14.456 le persone che al primo gennaio 2019 hanno compiuto i 100 anni di età. Sono donne nell’84% dei casi. L’analisi dell’Istat mostra in maniera impietosa l’invecchiamento della popolazione italiana: per 100 giovani tra 0 e 14 anni ci sono 173 persone con 65 anni e più.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

27 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»