Cuba invia in Sudafrica 200 medici e infermieri

Il Paese è tra i più colpiti dal Coronavirus in Africa, con oltre 4mila casi confermati e 86 decessi
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Cuba al fianco del Sudafrica nella lotta al coronavirus: è atterrato nella tarda serata di ieri all’aeroporto di Pretoria un team composto da 200 tra medici e infermieri pronti a sostenere le strutture sanitarie sudafricane per rispondere all’emergenza.

Il Paese è tra i più colpiti in Africa, con oltre 4mila casi confermati e 86 decessi, come riporta l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms). Pur ribadendo la necessità di indossare le mascherine protettive e rispettare le distanze di sicurezza, il governo ha fatto tuttavia sapere che intende cominciare ad allentare alcune delle restrizioni imposte dal lockdown.
Tra Cuba e il Sudafrica, le relazioni sono storicamente strette, dal momento che l’isola dei Caraibi fornì un grande aiuto al movimento anti-apartheid per porre fine alla segregazione razziale.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, su internet spopola #CubaSalva, l’hashtag dei medici solidali

La Avana più in generale ha deciso di sostenere gli Stati colpiti dalla pandemia di Covid-19 mettendo a disposizione in totale 1.200 professionisti.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

27 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»