La ricchezza verde del giardino botanico “La Cutura” /FOTOGALLERY

All'interno di una tenuta di campagna del XIX secolo è possibile ammirare una straordinaria varietà di specie botaniche
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il giardino botanico La Cutura, nel comune di Giuggianello (Lecce), mette a disposizione una straordinaria varietà di specie botaniche: dalle agavi e dai cactus del Giardino segreto, agli oltre cinquecento esemplari di piante grasse e tropicali della Serra.

E ancora: dalle piante di terra del Giardino mediterraneo (lentischi, alaterni, allori, mirti, corbezzoli, ginestre, cisti, ginepri, salvie, rosmarini, eriche…), a quelle d’acqua del Laghetto (fior di loto, ninfee, piante palustri, galleggianti, ossigenanti…); dalle cento varietà di rose del Roseto alle querce settecentesche del Bosco di lecci…

Fu un banchiere a trasformare in giardino botanico una tenuta di campagna del XIX secolo, già famosa nella zona per le pinete e gli uliveti.

Salvatore Cezzi – appassionato e collezionista di piante tropicali – negli anni Cinquanta la ampliò, realizzando una serie di giardini per ospitare le piante che collezionava nel corso dei suoi viaggi.

Oggi ci sono i figli a condurre l’azienda. E la bellezza è sempre l’ospite più importante di questo giardino.

Fonte: http://www.italianways.com/it/
Photos via: www.lacutura.it

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»