Morto medico napoletano per coronavirus, era docente all’università Federico II

Maurizio Galderisi era vicepresidente della società europea di Imaging cardiovascolare e docente di medicina interna
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – È deceduto stamattina all’ospedale Cotugno Maurizio Galderisi, medico napoletano di 65 anni. L’uomo, positivo al Covid-19, era intubato per l’aggravarsi delle sue condizioni di salute. Vicepresidente della società europea di Imaging cardiovascolare, Galderisi era docente di medicina interna all’università di Napoli Federico II e responsabile del programma infradipartimentale di emergenze cardiovascolari e complicanze onco-ematologiche dell’azienda ospedaliera universitaria Federico II.
“Una perdita immensa – lo ricorda un collega – per la cardiologia europea e mondiale. Un grandissimo cardiologo clinico e un ricercatore di rara portata, uno dei più grandi ecocardiografisti del mondo”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»