Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Roby Facchinetti scrive una canzone per la sua Bergamo: “Rinascerai”

Il tastierista dei Pooh l'ha composta insieme all'ex compagno di avventura Stefano D'Orazio: il ricavato andrà all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Bergamo è tra le città italiane più colpite dal Coronavirus. E Roby Facchinetti, che proprio lì è nato e vive, le ha voluto dedicare una canzone. Si intitola ‘Rinascerò, rinascerai‘ ed è stata scritta dal tastierista dei Pooh insieme all’ex compagno di avventura Stefano D’Orazio. I suoi proventi saranno interamente devoluti all’ospedale Papà Giovanni XXIII di Bergamo per l’acquisto di attrezzature mediche. La canzone è disponibile da oggi su tutte le piattaforme digitali.

“Dopo aver visto in televisione le immagini dei camion dell’esercito che trasportavano le salme dei miei concittadini- racconta Roby Facchinetti- sono stato travolto dall’emozione, il pianto e la rabbia mi hanno portato al pianoforte e in pochi minuti è nata la musica e il titolo di ‘Rinascerò, rinascerai’. È stata un’ispirazione e un bisogno immediato, sentivo che dovevo fare qualcosa, in particolare per la mia città, così duramente colpita. La canzone è il desiderio di rinascita e di speranza, una dedica a chi ci ha lasciato e ai loro familiari, un ringraziamento per tutti coloro che lavorano incessantemente per il bene degli altri: medici, infermieri e tutto il personale ospedaliero, sono gli eroi e le eroine di questi nostri giorni. Una preghiera per una città che non si arrende“.

LEGGI ANCHE: Bergamo martoriata dal Coronavirus, Gori: “Non siamo in grado di portare tutti in ospedale”

Bergamo è anche la ‘seconda’ città di Stefano D’Orazio, che racconta: “Qualche giorno fa Roby mi ha chiamato con la voce rotta dal pianto. Tra un respiro e un silenzio mi ha raccontato della straziante visione alla quale aveva appena assistito. Mezz’ora dopo stavo già cercando le parole più adatte a vestire la sua musica, parole di dolore, di fiducia, di riscatto. Bergamo è la mia seconda città, una città che mi ha adottato, mi ha accolto e dove ho trascorso i miei migliori anni di lavoro. ‘Rinascerò, rinascerai’ vuole essere un semplice modo per fare anche noi la nostra piccola parte: questo noi sappiamo fare, la musica, per un inno al futuro di una città ferita che ‘quando tutto sarà finito, tornerà a riveder le stelle'”.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, a Bergamo situazione drammatica: una sepoltura ogni ora

Il brano è stato arrangiato da Danilo Ballo con il mixaggio di Marco Barusso Profilo Full, i cori sono stati cantati da un gruppo di voci bergamasche riunite grazie alla collaborazione di Daniele Vavassori e dalla voce di Valeria Caponnetto Delleani, mentre le chitarre del finale sono suonate da Diego Arrigoni, chitarrista dei Modà. A supporto del brano è stato realizzato un video con immagini della città montate con i volti di coloro che, a vario titolo, hanno partecipato al progetto, in particolare il personale ospedaliero, medico e infermieristico di Bergamo, il mister e i giocatori dell’Atalanta Bergamasca Calcio a cui va “un grande ringraziamento” da parte di Roby e Stefano.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»