Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Foggia, ‘le ruspe di Salvini’ abbattono il ghetto dei migranti a Borgo Mezzanone

Salvini: "Non tolleriamo illegalità e degrado: l’avevamo promesso e lo stiamo facendo a Foggia e nel resto d’Italia. Dalle parole ai fatti”
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print













Precedente
Successivo

ROMA – Ruspe e circa 200 uomini tra Forze di polizia ed Esercito: sono al lavoro a Borgo Mezzanone (Foggia) per abbattere alcune baracche abusive sorte nei dintorni del Cara. È la seconda fase, spiegano fonti del Viminale, dell’operazione cominciata a febbraio con l’abbattimento di una discoteca abusiva, di una casa per incontri sessuali e di una officina illegale.

Nell’area gravitano centinaia di immigrati: entro stasera finiranno le operazioni. Attualmente, nel Cara ci sono circa 135 ospiti. Nel 2017 erano addirittura circa 1.600. Nei dintorni è sorto il ghetto abusivo con un migliaio di immigrati.

“Non tolleriamo illegalità e degrado: l’avevamo promesso e lo stiamo facendo a Foggia e nel resto d’Italia. Dalle parole ai fatti”, dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»