Banche, Celli: “Fuga notizie punta a minare risanamento”

SAN MARINO - "Mentre governo e istituzioni preposte stanno
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

SAN MARINO – “Mentre governo e istituzioni preposte stanno facendo un lavoro volto al risanamento e al ripristino della legalità, non è un caso che fuoriescano notizie che hanno l’unico obiettivo di destabilizzare l’azione che stiamo portando avanti“, così Simone Celli, segretario di Stato per le Finanze, nel corso della conferenza stampa del governo a Palazzo Pubblico, commenta la pubblicazione di notizie sulla stampa nazionale italiana che tirano in ballo Cassa di risparmio di San Marino e in cui emergerebbero gli esiti che la riguardano dell’Asset quality review condotta da Banca centrale. In particolare, si denuncerebbero la falsificazione dei bilanci di Ccrsm degli ultimi anni e “operazioni di ingegneria finanziaria” recenti. “Non ci facciamo influenzare da notizie di organi di informazione esterni- rimarca Celli- la nostra azione continua nel solco delineato nella delibera del 13 marzo scorso, le fuoriuscite di notizie vogliono minare un percorso di risanamento che stiamo portando avanti”. E in questa direzione, il segretario di Stato comunica che in mattinata il governo ha chiesto al presidente del Cda di Cassa di risparmio, Pietro Giacomini, di convocare l’assemblea degli azionisti per lunedì 10 aprile prossimo, in modo di dare così corso agli impegni contenuti nella delibera dell’esecutivo del 13 marzo scorso, ovvero alla revisione di alcune parti dello statuto societario che “proporremo in sede dell’assemblea degli azionisti”, spiega Celli, e per la nomina del nuovo Cda. Allo stato attuale, “in capo all’Eccellentissima Camera- prosegue il segretario- sono sei dei nove nominativi previsti del Consiglio di amministrazione”.

Nessun nome al momento è sul tavolo, assicura: “Ad oggi- chiarisce- stiamo ragionando su profili e abilità professionali“. Nel corso della riunione odierna del congresso, lo stesso segretario alle Finanze insieme ai colleghi del Comitato per il credito e risparmio ha riferito sulla riunione di venerdì scorso del Ccr in cui sono stati trattati tre temi principali. “Si è svolto un esame della situazione generale del sistema bancario e finanziario- spiega- è stata effettuata un’analisi sulle linee di riorganizzazione e sviluppo del sistema bancario, finalizzate al suo rafforzamento e al presidio e alla tutela di risparmiatori depositati e investitori. Da ultimo, sono state approfondite alcune linee guida riguardanti il piano di ristrutturazione di Banca centrale“. Infine, Celli riferisce sullo stato dell’arte dell’Asset quality review, il cui esito era stato annunciato per fine marzo, inizio aprile. “Il processo di valutazione è in fase di ultimazione- chiarisce- la raccolta dei dati è stata completata, ora è in corso una fase di rielaborazione”.

Una volta ricevuta “la fotografia del sistema bancario complessivo” il governo si adopererà “con cautela e prudenza- continua- nell’azione di trasformazione e riconversione del settore bancario sammarinese, stiamo predisponendo alcune linee di indirizzo di carattere generale per affrontare in modo efficace gli scenari presenti e futuri, attraverso un progetto basato su legalità, trasparenza e reputazione internazionale”. In questo, “Cassa di risparmio rappresenta un player strategico- puntualizza- l’istituto dovrà diventare un punto di riferimento assoluto su cui impostare in modo credibile il progetto di sviluppo del settore”. Alla luce dell’imminente assemblea degli azionisti quindi “il governo aprirà il confronto con tutte le rappresentanze consiliari- assicura infine- per far sì che tutte le decisioni prevedano il coinvolgimento più ampio possibile”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»