Robocup Junior, giovedì la sfida tra 200 studenti toscani

Giovedì a Pontedera ci sono le qualificazioni per la RoboCup Junior che si terrà a maggio in Umbria
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

FIRENZE – Dovranno orientarsi in labirinti, saper ballare e perfino recitare, sfidarsi a calcio e ovviamente andare in rete: sono i robot progettati e costruiti da 200 studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado della Toscana che giovedì 30 marzo a Pontedera si affronteranno nelle prove di qualificazione toscana per la RoboCup Junior, in programma a maggio 2017 in Umbria (a Foligno) con la partecipazione delle rappresentative di numerose regioni italiane. L’evento (dalle 9 al Centrum Sete Sois Sete Luas in viale Piaggio) è realizzato in collaborazione tra l’Istituto di BioRobotica della Scuola superiore Sant’Anna, la spin off Great Robotics, la Rete Toscana di Scuole RoboCup Junior, Ufficio scolastico regionale e ha ricevuto il patrocinio del Comune di Pontedera. La competizione è divisa in due categorie, per “costruttori di robot under 14 e under 19, riuniti in 17 squadre. Gli studenti saranno chiamati a sfidarsi con i loro robot in prove di salvataggio, di labirinto e di calcio, ma anche in un torneo per robot ballerini. Le squadre che otterranno il miglior punteggio a Pontedera si qualificheranno per le gare nazionali previste a Foligno fra il 3 e il 6 maggio, 2017.

La gara regionale toscana di giovedì 30 marzo è importante per contribuire a rendere visibili i risultati del programma di robotica educativa che coinvolge le scuole toscane grazie alle iniziative della rete regionale di robotica educativa a cui hanno dato vita l’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna, che ne è capofila, la Regione Toscana, l’Ufficio regionale scolastico. Il programma di robotica educativa, arrivato alla seconda edizione, coinvolge il 40% delle scuole toscane, che danno dimostrazione di credere nell’importanza di utilizzare la robotica come strumento efficace e innovativo per migliorare l’apprendimento delle discipline tradizionali, oltre che per indirizzare gli studenti verso il maggiore interesse per le materie scientifiche e per le discipline più innovative. L’evento del 30 marzo coinvolgerà la città di Pontedera. Oltre ai 200 studenti che metteranno alla prova le abilità e le capacità dei robot che hanno costruito, sono attesi altrettanti accompagnatori, tra docenti e familiari.

(Le foto sono tratte dal sito www.robocupjr.it e sono state scattate all’edizione di Bari del 2016)

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»