Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Marino: totale sostegno e fiducia a Improta

"Oggi ho incontrato l'assessore Improta in Giunta. Gli
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

G. Improta“Oggi ho incontrato l’assessore Improta in Giunta. Gli ho confermato il mio più totale sostegno e la mia più totale fiducia, Guido è un ottimo assessore e professionista”. Lo ha detto il sindaco di Roma, Ignazio Marino, al termine della riunione di Giunta, a chi gli chiedeva se avesse incontrato il suo assessore alla Mobilità, Guido Improta, dopo l’iscrizione nel registro degli indagati nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Roma sulla metro C.

“Ho letto sui giornali di un’indagine della Procura, l’assessore mi ha confermato di non aver ricevuto nessun avviso di garanzia- ha spiegato Marino- quello che riportano gli organi di stampa è che Improta ha parlato durante questo anno e mezzo di governo con gli interlocutori istituzionali del ministero delle Infrastrutture e di altri ministeri, ma anche io ho parlato diverse volte con i dipendenti del ministero delle Infrastrutture, con Lupi, con lo stesso Incalza e con tutti coloro che erano istituzionalmente coinvolti nello scrivere per esempio il grande decreto Sblocca Italia, perché questo è il mio mestiere. Ci manca solo che una persona che fa di mestiere l’assessore ai Trasporti non parli con i tecnici delle Infrastrutture, sarebbe veramente grave”.

“Proprio attraverso i colloqui e il lavoro tecnico fatto dal punto di vista economico-finanziario per la città con il Governo e con il ministero delle Infrastrutture- ha sottolineato il sindaco- Roma ha ottenuto nello Sblocca Italia 2 miliardi e 100 milioni per la nuova aerostazione di Fiumicino, 145 milioni per il ponte dei Congressi e 300 milioni per completare il trasporto su rotaie della metro C. Questo è quello che devono fare un sindaco e un assessore”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»