Salvini dice sì al governo di unità nazionale, secco no da Conte e Pd

Per il leader della Lega necessario un esecutivo di transizione che porti il paese al voto in otto mesi
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Prima si vota meglio e’, siamo in grado di votare da qui a 8 mesi? Probabile. Occorre pero’ qualcuno di piu’ credibile di questo governo e di Conte per accompagnare il paese al voto. Poi se Conte dice dopo di me il diluvio e sta attaccato alla poltrona…io non voglio vedere affondare l’Italia“. Lo dice il leader della Lega, Matteo Salvini, in conferenza stampa alla Camera.

LEGGI ANCHE: Giorgetti: “Conte ter? Ci hanno sputtanato nel mondo…”

Noi vogliamo che l’Italia riparta, con Conte non riparte, anzi. A veder affondare l’Italia non ci sto, penso che 10 miliardi messi in mano a questo governo non servano perche’ e’ pregiudizialmente ostile alla crescita, la Lega c’e’ per accompagnare il paese al voto”.

Pochi minuti dopo che Matteo Salvini in conferenza stampa alla Camera ha chiesto un nuovo governo di 8 mesi per andare al voto, anche con il sostegno “non organico” del Pd, il vicesegretario dem Andrea Orlando, interpellato dalla Dire in Transatlantico, taglia corto: “Non se ne parla. Ci mancherebbe pure. Con la Lega nessuna alleanza di governo“, dice.

Un governo di unita’ nazionale? “Lo siamo giá: un governo unito per la Nazione“, risponde il premier Giuseppe Conte uscendo dalla protezione civile.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

27 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»