Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Elezioni a Roma, Storace: “Berlusconi sta facendo un favore a Renzi” VIDEO

Prevedere tre candidati del centrodestra a Roma significa fare "un favore oggettivo a Matteo Renzi ed è Berlusconi che glielo sta facendo"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Prevedere tre candidati del centrodestra a Roma significa fare “un favore oggettivo a Matteo Renzi ed è Berlusconi che glielo sta facendo”. Lo dice Francesco Storace, leader della Destra, parlando con i cronisti a piazza della Balduina dove è andato al Gazebo di ‘Noi con Salvini’ per la consultazione sui candidati del centrodestra a Roma. “Tutti i soggetti – io, Meloni e Salvini – vogliono le primarie, solo Berlusconi no e siccome lui dice no ci sono tre candidati in un’area, di cui uno di destra e gli altri di sinistra. A me pare difficile immaginare che si possa accettare una cosa del genere. Berlusconi si è accollato la responsabilità di non renderci una squadra unita“, conclude.

Bertolaso “non vince”. Che succede? “Questa consultazione riapre i giochi. Poi quello è un problema del centrodestra e com’è noto noi siamo stati espulsi dal centrodestra”.

“Poi quando se ne accorgeranno cosa vuol dire sottovalutare la destra a Roma…”, continua. “Ho letto anche di provvedimenti punitivi verso chi ha espresso consenso nei miei confronti che è una cosa vergognosa”, insiste. “Io vinco qua e alle elezioni, tutte e due”, conclude Storace.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»