Amore, forza, genialità: le donne si raccontano a Roma

L'appuntamento è alla Casa del cinema per gli incontri e i workshop organizzati da HiTalk, l'evento culturale nato per condividere storie di successo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Logo HITalk Fiore copyROMA – Quante volte una donna ti ha fatto esclamare WoW? Quante volte le donne sono state fautrici di cambiamenti importanti, ottenendo risultati rivoluzionari grazie alla genialità, all’intuito, alla tenacia, alla forza e all’amore? Storie incredibili quelle delle 20 speaker che si avvicenderanno sul palco della Casa del Cinema di Bologna il 5, 6 e 8 marzo e che per 12 minuti racconteranno le loro esperienze di  amore, forza e genialità  attraverso il momento di svolta che ha cambiato la loro vita personale e professionale. Succede grazie a HiTalk, l’evento culturale della Capitale che ogni due mesi permette a 6 speaker, 6 eccellenze italiane di raccontare in 12 minuti di storytelling la storia del loro successo professionale e personale.

“Ascoltando le donne che abbiamo invitato, semplicemente, si esclama: “WoW!” perché sono storie straordinarie”, spiega Akiko Gonda, co-fondatrice di HITalk. “Raccontare vite di donne di successo – sia sul piano personale che professionale – vuol dire percepire quel momento di cambiamento che ha dato una svolta decisiva al percorso di una persona. Credo che le ragazze e le donne di oggi abbiano bisogno di modelli positivi ai quali ispirarsi”. Storie forti ed emozionanti, che spaziano dal mondo legale a quello cinematografico. Come quella dell’avvocato Giulia Bongiorno – uno dei penalisti più noti in Italia – la quale afferma con forza che “per cambiare le cose nel nostro Paese le donne devono fare battaglie, sia per fare carriera sia per avere più parità tra le mura domestiche. Credo che per recuperare il poco che le donne hanno avuto fino ad oggi bisognerebbe fare delle leggi fucsia, altro che rosa“. Ci saranno racconti dal forte impatto, che fanno vibrare le corde e esclamare WoW! Come per le parole semplici ma sconvolgenti di Martina Caironi. A 18 anni dopo un incidente stradale “avevo tutto tranne mezza gamba”. Martina si è rialzata in piedi e ha deciso di ricominciato a vivere, anzi «faccio molto più di prima”. Ha vinto l’oro alle Olimpiadi di Londra, ha iniziato a scalare montagne e a praticare qualunque nuovo sport scoprisse. Cambiamenti privati e cambiamenti sociali, che riguardano tutti noi. Come la storica decisione di Ilaria Capua. La ricercatrice e virologa nel 2006 ha scelto di rendere pubblica la sequenza genetica del virus dell’aviaria facendo nascere la “scienza open-source”: per questo è entrata fra i 50 scienziati top di Scientific American. Storie belle, che ci portano anche dietro la macchina da presa, come quella di Francesca Cima, produttrice cinematografica e socia fondatrice della Indigo Film, David di Donatello come Miglior Produzione per La grande bellezza (2014) e La ragazza del lago (2008) e Nastro d’Argento per Il Divo (2009).

LE PROTAGONISTE – Il 5 marzo si avvicenderanno sul palco della Casa del Cinema Esmeralda Calabria, montatrice cinematografica che ha firmato film come Il Caimano, Habemus Papam e Assolo; Lucia Celesti, responsabile del servizio di accoglienza dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù, il più grande in Europa per bambini e adolescenti; Maria Fermanelli, Presidente CNA Impresa Donna, che produce pane per celiaci; Nunzia Penelope, giornalista per Il Fatto quotidiano e Diariodellavoro.it.,  Filomena Pucci, scrittrice e collaboratrice per La 27esima Ora e La Nuvola Del Lavoro; Laura Pierallini, avvocato e docente all’Università Luiss Guido Carli.

Il 6 marzo racconteranno le loro storie di “cambiamento” Fiamma Arditi, giornalista e scrittrice, autrice di Buongiorno Palestina; Simonetta Draghi, medico chirurgo e ginecologa dell’ospedale Fatebenefratelli; Fulvia Filippini, direttore Public Affairs Sanofi Italia; Tracy Roberts, Co-Fondatrice e Vice Presidente di LoveItaly, associazione che vuole promuovere e valorizzare il patrimonio culturale italiano attraverso il crowdfunding; Anna Amati, esperta sulle politiche di sviluppo economico e membro del Consiglio direttivo di Italia Startup;Michèle Favorite, esperta di  comunicazione mirata al mondo del lavoro e di sistemi universitari internazionali; Olimpia Troili, presidente di Alternativa Europea.

Mentre per la giornata finale – l’8 marzo – per i 12 minuti previsti da HITalk si succederanno Giulia Bongiorno, avvocato penalista; Martina Caironi, medaglia d’oro nell’atletica leggera; Ilaria Capua, virologa e ricercatrice; Francesca Cima, produttrice cinematografica (tra i suoi ultimi lavori Io e Lei, La Grande Bellezza, Youth); Luciana Delle Donne, founder di Officina Creativa;Marida Lombardo Pijola, giornalista e scrittrice; Patrizia Ravaioli, amministratore dell’Ente strumentale alla Croce Rossa Italiana e Chiara Russo, CEO and Co-founder di Codemotion.

Qui sotto i link per iscriversi alle giornate 

http://hitalk.it/specials/hitalk-wow-_5-marzo/

http://hitalk.it/specials/hitalk-wow-_6marzo/

http://hitalk.it/specials/hitalk-wow-_8-marzo/

 

 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»