Donne. Valeria Fedeli inaugura ‘La casa di Demetra’ ad Ancona

valeria-fedeli
[caption id="attachment_1982" align="alignleft" width="300"] V. Fedeli[/caption] ANCONA -  "Sostenere una struttura come
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
V. Fedeli
V. Fedeli

ANCONA –  “Sostenere una struttura come La Casa di Demetra è importante perché, oltre a dare una prima accoglienza alla donna vittima di violenza, mira ad accompagnarla verso la sua piena autonomia, con misure di sostegno al reddito, borse lavoro, servizi ai minori, sostegno psico-sociale, e in questo senso mi sembra un progetto innovativo che auspico possa servire da esempio anche per altre realtà territoriali”. È quanto dichiara la Vicepresidente del Senato Valeria Fedeli a margine dell’inaugurazione di La Casa di Demetra ad Ancona, e aggiunge: “Credo che vada assolutamente apprezzata la scelta dell’amministrazione comunale e della Fondazione Cariverona di lavorare insieme per realizzare un progetto così innovativo per cultura e approccio, è fondamentale dare un sostegno concreto alle donne che hanno il coraggio di denunciare le violenze e che hanno bisogno di ricostruire la propria autonomia”.

“Non dimentichiamo – conclude Valeria Fedeli – che nel nostro paese, come conferma l’ultimo Rapporto Eures, più della metà delle donne uccise nel 2013 aveva segnalato o denunciato le violenze subite, e questo rende bene l’idea di quanto sia urgente migliorare la vicinanza delle istituzioni verso le donne, anche con strutture come La Casa di Demetra”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»