Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Cinque Terre, approvato il progetto per il ripristino della via dell’Amore

via dell'amore spezia genova
La suggestiva passeggiata sul mare è chiusa per frana dal 2012. Ora la conferenza dei servizi ha dato il via libera e il governatore Toti ha stanziato 4,5 milioni per i lavori
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

GENOVA – Altro passo in avanti verso l’avvio dei lavori di ripristino della via dell’Amore, la suggestiva passeggiata sul mare nel cuore delle Cinque Terre, tra Riomaggiore e Manarola, chiusa per frana dal 2012. La conferenza dei servizi ha dato il via libera al progetto esecutivo, mentre il governatore ligure Giovanni Toti, in qualità di commissario per l’emergenza, annuncia di aver stanziato altri 4,5 milioni per i lavori, che portano l’investimento complessivo a 16,5 milioni. “Abbiamo messo il massimo impegno per arrivare a questa approvazione- spiega- e non è stato facile tenendo conto della pandemia in corso. Il progetto di messa in sicurezza è stato frutto di un lavoro costante che ha visto la partecipazione di tutti gli enti coinvolti per portare a termine un’operazione unica nel suo genere. La via dell’Amore, chiusa ormai da troppi anni, è un tassello fondamentale non solo della promozione del territorio, ma anche del suo recupero, simbolo dell’integrazione tra un territorio molto fragile e dell’esigenza della sua opportuna valorizzazione, come patrimonio dell’umanità”.

Ora, spiega l’assessore alla Protezione civile, Giacomo Giampedrone, “è prevista la verifica progettuale, dopo di che si potrà passare alla gara di appalto europea”. Il fronte roccioso al di sopra della via dell’Amore sarà definitivamente messo in sicurezza con interventi progettati per prevenire cadute di materiale sul percorso. La via sarà riqualificata con lavori di ripristino strutturale e di riqualificazione ambientale, con piena integrazione dei manufatti e degli elementi naturali nel paesaggio, patrimonio Unesco.

LEGGI ANCHE: Giornata della Memoria, Toti: Non c’è futuro senza ricordo”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»