Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Zaia: “I negazionisti dell’Olocausto sono emuli della follia che lo causò”

luca zaia
Il presidente della Regione Veneto si scaglia contro i revisionisti e su Twitter scrive: "In memoria delle vittime della Shoah. In memoria degli ebrei che furono deportati e non fecero ritorno. In memoria del sacrificio di un popolo, sterminato da un'ideologia malata"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Contro i negazionismi che anche online inneggiano all’Olocausto, emuli di quella follia che lo causò. Perché oggi la colpa di quello sterminio è condivisa da chi proclama la revisione storica o la cancellazione dalla memoria collettiva di un genocidio che, allora come adesso, molti, troppi, fecero finta di non vedere“. Lo scrive su twitter Luca Zaia, governatore del veneto.
“In memoria delle vittime della Shoah- aggiunge-. In memoria degli ebrei che furono deportati e non fecero ritorno. In memoria del sacrificio di un popolo, sterminato da un’ideologia malata.

luca zaia

LEGGI ANCHE: Zaia: “Il Veneto non è da ‘rosso scuro’, i dati sono fuorvianti”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»