Viaggiare eco: Alstom fornirà i primi treni a idrogeno

Il Coradia iLint è il primo treno passeggeri al mondo alimentato da una cella a combustibile a idrogeno, che produce energia elettrica per la trazione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Alstom fornirà sei treni a celle a combustibile a idrogeno, con opzione per ulteriori otto, a Ferrovie Nord Milano, il principale gruppo di trasporto e mobilità della Lombardia, per un importo di circa 160 milioni di euro.

LEGGI ANCHE: Ecco l’app di Trenord per evitare gli affollamenti sui treni

La prima consegna dei treni è prevista entro 36 mesi dalla data dell’ordine. I nuovi treni a idrogeno- spiega una nota Alstom- saranno basati sul modello ferroviario regionale Coradia Stream di Alstom, dedicato al mercato europeo e già prodotto per l’Italia dai principali siti italiani di Alstom. La versione green alimentata ad idrogeno, Coradia Stream per FNM, sarà equipaggiata con la stessa tecnologia di propulsione a celle a combustibile introdotta nel mondo dal Coradia iLint. Il Coradia Stream a idrogeno “manterrà gli elevati standard di comfort già apprezzati dai passeggeri nella sua versione elettrica”, segnala la nota. La versione a idrogeno, inoltre, “garantirà le medesime prestazioni operative dei treni diesel, compresa l’autonomia”, precisa Alstom.

LEGGI ANCHE: Black Friday sì, ma riciclando le scatole

I treni Coradia Stream per FNM sono prodotti da Alstom in Italia. Lo sviluppo del progetto, la maggior parte della produzione e le certificazioni sono effettuate presso lo stabilimento Alstom di Savigliano (Cuneo). La progettazione e la produzione dei sistemi di trazione e di altri componenti avvengono a Sesto San Giovanni (Milano), mentre i sistemi di segnalamento di bordo sono consegnati dallo stabilimento di Bologna.

Il Coradia iLint è il primo treno passeggeri al mondo alimentato da una cella a combustibile a idrogeno, che produce energia elettrica per la trazione. Questo treno a zero emissioni produce un basso livello di rumorosità, in quanto lo scarico è costituito da solo vapore e acqua condensata. ILint, è “speciale per la sua combinazione di diversi elementi innovativi- prosegue la nota- conversione di energia pulita, stoccaggio flessibile dell’energia nelle batterie e gestione intelligente della potenza di trazione e dell’energia disponibile.

Progettato specificamente per il funzionamento su linee non elettrificate, “permette una circolazione del treno sostenibile, garantendo al tempo stesso alti livelli di prestazione”. “Siamo enormemente fieri di portare i treni ad idrogeno nel sistema ferroviario italiano, a conferma del ruolo di Alstom nell’anticipare e plasmare il futuro della mobilità- dichiara Michele Viale, Direttore generale Alstom in Italia- Questi treni, assieme al Coradia iLint, il primo treno passeggeri al mondo alimentato a idrogeno già in servizio commerciale in Germania, rappresentano un ulteriore passo di Alstom nel sostenere, a livello globale, la transizione verso sistemi di trasporto sostenibili”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»