Adriana Lodi sarà (anche) laureata ad honorem

La 'mamma' degli asili nido bolognesi "è stata promotrice di una scelta coraggiosa e in anticipo sui tempi"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Dopo il Nettuno d’oro arriva anche la laurea ad honorem in Pedagogia per Adriana Lodi, la creatrice dei primi asili nido a Bologna.

L’ex assessore comunale e parlamentare ha ricevuto dal sindaco Virginio Merola l’onoreficenza di Palazzo D’Accursio lo scorso 9 novembre, in occasione del 50esimo anniversario dell’apertura del primo nido sotto le Due torri. E martedì prossimo, 3 dicembre, Lodi otterrà il titolo accademico dalle mani del rettore Francesco Ubertini alle 16.30 nell’aula magna di Santa Lucia. Dopo i saluti del rettore e della direttrice del dipartimento di Scienze dell’educazione, Roberta Caldin, la professoressa Tiziana Pironi leggerà le motivazioni della laurea ad honorem. Infine la stessa Lodi terrà una lectio magistralis sulle politiche educative e sociali.

Lodi ha “svolto un ruolo di primo piano nella storia del welfare bolognese e nazionale– afferma l’Alma Mater di Bologna- quale interprete fattiva e al tempo stesso lungimirante di una trasformazione culturale e insieme educativa, attenta ai bisogni dell’infanzia fin dai primi anni di vita. Durante il suo assessorato è stata promotrice di una scelta coraggiosa e in anticipo sui tempi per le sue iniziative volte all’abolizione delle strutture che ospitavano i bambini disabili, per permettere il loro inserimento nelle scuole comuni con la presenza di insegnanti di sostegno, adottando così la scelta di abolire le scuole speciali esistenti. Attraverso il suo operato, Lodi ha contribuito a promuovere quella cultura dell’inclusione che è diventata parte integrante del pensiero pedagogico dei nostri giorni, al punto da poter affermare oggi che ogni bambino è soggetto meritevole di attenzioni particolari”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»