A Roma sciopero dei taxi: “Tariffe e turni, Raggi ci incontri”

"Dopo 3 anni e mezzo non siamo mai stati ricevuti. Il Comune di Roma non ha risposto mai alle nostre richieste"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Aggiornamento delle tariffe, istituzione del Taxi Service, nuova viabilità a piazza dei Cinquecento e lotta all’abusivismo”. Sono queste le principali richieste che hanno portato i tassisti romani a proclamare per oggi una giornata di sciopero ed un sit-in davanti alla stazione Termini, a cui hanno partecipato diverse decine di autisti delle auto bianche.

La categoria chiede un incontro al sindaco di Roma, Virginia Raggi, proprio per discutere di questi argomenti.

“Ma nonostante due sit-in e due lettere per Pec- ha spiegato all’agenzia Dire ‘Merlo’, uno dei sindacalisti della sigla Tras- dopo 3 anni e mezzo non siamo mai stati ricevuti. Il Comune di Roma non ha risposto mai alle nostre richieste. Ci sentiamo raggirati dalla Raggi. A partire dalla questione dell’adeguamento delle tariffe, che sono ferme a 10 anni fa”.

A fare la lista delle richieste al Comune ci ha pensato Anna, rappresentante della sigla Orsa. “Vogliamo ristabilire un dialogo con le parti- ha spiegato- dalle tariffe da adeguare, all’adesione o meno alla piattaforma Taxi web (definita una truffa da ‘Merlo’, ndr) alla quale potrebbero farci aderire senza una nostra firma. Serve una nuova viabilità su piazza dei Cinquecento, che è il problema che causa le file fuori dalla stazione. Chiediamo di poter usare certe preferenziali come quella sulla Laurentina e di rimodulare i turni. E vogliamo il Taxy service per i clienti: un servizio di accompagnamento alle auto, con trasporto delle valigie, e di informazione per i clienti, svolto da nostro personale. C’è in tante altre città italiane. Qui a Termini avevamo iniziato il 20 luglio ma ci hanno subito multato. Infine vogliamo una vera lotta all’abusivismo. Il servizio vetture della Polizia locale conta solo 10 persone. Quando li chiamiamo rispondono che non hanno i mezzi“.

Lo sciopero, convocato da Legacoop, Movimento italiano tassisti, Orsa taxi Lazio, Tras, Unica Filt Cgil, Uri, Uritaxi e Usb settore taxi, non coinvolge però la totalità delle auto. A Termini si sono viste diverse auto in servizio con i manifestanti intenti a distribuire volantini ai colleghi in servizio.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»