VIDEO | Le calciatrici Guagni e Goldoni per #Alidiautonomia

Campagna lanciata dalla rete nazionale dei centri antiviolenza D.i.Re per richiamare l'attenzione sulle difficoltà che devono affrontare le donne sopravvissute per riconquistare la propria autonomia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Aiuta una donna a volare via dalla violenza”. È il messaggio condiviso da Alia Guagni, difensora della Nazionale e capitana della Fiorentina Women’s, e Eleonora Goldoni, attaccante della Nazionale e dell’Inter femminile, tra le testimonial di #alidiautonomia, la campagna lanciata dalla rete nazionale dei centri antiviolenza D.i.Re in occasione della Giornata internazionale sulla violenza contro le donne per richiamare l’attenzione sulle difficoltà che devono affrontare le donne sopravvissute per riconquistare la propria autonomia.

Dal 24 novembre al 1 dicembre, inviando un sms da cellulare o facendo una chiamata da telefono fisso al 45593, si possono donare 2, 5 o 10 euro al progetto ‘Germogli di autonomia’ a sostegno delle donne vittime di violenza e dei loro bambini/e nel momento in cui lasciano la casa rifugio.

Il videomessaggio a sostegno del progetto che vede coinvolte le 80 organizzazioni della rete D.i.Re presenti in 18 regioni, è stato condiviso anche dai musicisti Benji & Fede, dalla cantante Bianca Atzei, dalla Ct della Nazionale di calcio femminile, Milena Bartolini, dalle calciatrice della Nazionale, Elena Lanari, e dalla conduttrice Elisabetta Ferracini.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»