Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

G20, Bonetti: “Le donne siano protagoniste della transizione economica”

elena bonetti
Lo ha dichiarato la ministra per le Pari opportunità e la famiglia in collegamento con l'ambasciata italiana a Berlino nella conferenza ispirata alle conclusioni del G20 donne di Santa Margherita Ligure e al comunicato finale del 'Women20
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

di Laura Monti

ROMA –  “Dobbiamo promuovere una ripresa economica sostenibile ed inclusiva, è una nostra responsabilità e un obiettivo nazionale ed europeo. Dobbiamo dare alle donne veri strumenti per essere protagoniste e la promozione delle donne nell’impresa è uno strumento molto potente per emancipare le donne e portare a un futuro più equo”. Ha esordito così la ministra per le Pari opportunità e la famiglia Elena Bonetti in collegamento con l’ambasciata italiana a Berlino per la conferenza stampa di oggi ‘Designing future female entrepreneurship, Taking stock from the Italian G20 Presidency’, ispirata alle conclusioni del G20 donne di Santa Margherita Ligure e al comunicato finale del ‘Women20’, dello scorso luglio.

Per la ministra “ci sono ancora troppi stereotipi che impediscono alle donne di esprimere il loro potenziale e di raggiungere ruoli apicali. Questi sono i fattori che fanno persistere il gender bias”. Pertanto, è necessario “chiudere il gender e il age gap, eliminando tutti i fattori che escludono le donne dalla leadership e permettere alle donne- ha detto ancora Bonetti- di essere libere di essere madri e avere una carriera”. A tal proposito, la ministra ha citato il piano ‘Italia Domani’, che ha riconosciuto “la ‘gender equality’ come una priorità e prevede politiche inclusive per donne, dalla formazione fino a un certificato per le aziende virtuose in tema di parità salariale. Le donne- ha concluso la ministra- devono essere parte e protagoniste della transizione ecologica e digitale”.

VARRICCHIO: “LE DONNE SONO FUTURO DELL’ECONOMIA, MOLTE LE IMPRENDITRICI GREEN

L’impatto che le donne possono avere sulla vita economica è il tema del futuro, anche perché molte imprenditrici sono legate alla ‘green economy’“. Lo ha detto l’ambasciatore italiano a Berlino Armando Varricchio.

“Tuttavia- ha proseguito Varricchio- in media non sono ancora abbastanza digitalizzate né internazionalizzate ma sono molto entusiaste di fare impresa”. Varricchio ha poi citato i numeri tedeschi in tema di parità di genere nel mondo delle imprese: “Secondo la Albright Foundation solo il 10% dei ruoli apicali delle compagnie tedesche sono ricoperti da donne.

In Germania ci sono molti esempi di successo di imprenditoria femminile ma spesso non sono rappresentate in alcune aree”. L’ambasciatore ha infine ricordato che “oggi ci sono dei progressi che vogliamo celebrare: il nuovo Parlamento tedesco è composto per 1/3 da donne e 4/5 delle vicepresidenti sono donne. Abbiamo bisogno di ‘empowerment’ femminile nel campo economico– ha concluso Varricchio- perché influisce positivamente sull’economia complessiva”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»