fbpx

Tg Lazio, edizione del 26 ottobre 2020

COVID, PROTESTE IN PIAZZA A ROMA PER CHIUSURE SERALI

Ambulanti, ristoratori, baristi, gestori di palestre, lavoratori dello street food e delle fiere. La protesta dei settori piu’ colpiti dall’ultimo Dpcm arriva in piazza Montecitorio, davanti alla Camera. Circa duecento le persone che hanno manifestato questa mattina contro le restrizioni imposte dal governo. Stessa scena in piazza Bocca della Verità, dove a protestare sono stati i venditori ambulanti. E per il prossimo 2 novembre è in programma una grande manifestazione statica – in sicurezza, assicurano gli organizzatori – per manifestare contro le scelte del governo.

CONVALIDATI 4 ARRESTI PER SCONTRI DI SABATO NOTTE A ROMA

Sono stati convalidati gli arresti dei quattro manifestanti fermati dalla Polizia nella notte tra sabato e domenica scorsa durante gli scontri seguiti alla manifestazione anticoprifuoco di piazza del Popolo a Roma. Al termine dell’udienza di convalida il giudice ha disposto per due di loro l’obbligo di firma mentre gli altri due sono stati rimessi in liberta’ in attesa del processo per direttissima fissato a novembre. Le accuse vanno dalla resistenza al danneggiamento. Alla manifestazione, organizzata dall’estrema destra, erano stati esplosi petardi e bombe carta e danneggiati diversi motorini e cassonetti.

COVID, DA DOMANI ACCESSO A DRIVE-IN SOLO CON PRENOTAZIONE ONLINE

Da domani in tutti i drive-in di Roma l’accesso sarà consentito solo con prenotazione online attraverso la piattaforma regionale. Lo ha fatto sapere l’Unità di crisi della Regione Lazio, che in questo modo punta a ridurre le lunghe file di auto e i tempi di attesa per effettuare il tampone molecolare. “Sono già 5mila le prenotazioni arrivate” ha sottolineato l’assessore alla Sanità, Alessio D’Amato. Intanto sono 21 le Unità mobili speciali di continutà assistenziale operative nel Lazio per effettuare tamponi rapidi su richiesta delle Asl e per le visite domiciliari. In tutto sono 80 i professionisti impegnati: 50 medici e 30 infermieri. Grazie al loro lavoro viene filtrato l’accesso al Pronto soccorso, evitando sovraffollamenti.

CHIUDE MUNICIPIO II PER SANIFICAZIONE, NESSUN FOCOLAIO ALL’AMA

Da oggi le sedi del II Municipio rimarranno chiuse fino a mercoledì a causa di una sanificazione necessaria dopo la positività al virus di alcuni dipendenti. “Rassicuro i cittadini, la chiusura è un atto dovuto e precauzionale al fine di garantire le massime condizioni di sicurezza per tutti” ha spiegato la presidente del II Municipio, Francesca Del Bello. Intanto l’Ama ha chiarito che “non ci sono focolai per Covid tra i lavoratori. I servizi di igiene urbana sono assicurati e vengono svolti regolarmente sulla base dei turni programmati”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

26 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»