Recuperate nel Tevere le statuette votive rubate a via della Conciliazione

Le Pachamama venivano usate per la preghiera da un gruppo sudamericano che prende parte al Sinodo: erano state sottratte e gettate nel fiume
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Sono state recuperate tre delle statuette votive, le Pachamama, rubate dalla Chiesa di Santa Maria in Traspontina di Via della Conciliazione a Roma e poi gettate nel Tevere da Ponte S.Angelo. I manufatti erano utilizzati per la preghiera dall’”Equipe Itinerante” – gruppo cattolico con sede in Sudamerica che prende parte al Sinodo sull’Amazzonia in atto in Vaticano.

Il recupero nel fiume è avvenuto ad opera dei Carabinieri della Compagnia Roma San Pietro, nel corso delle indagini guidate dal Coordinatore del Gruppo Tutela Patrimonio Culturale della Procura di Roma, Procuratore Aggiunto Angelantonio Racanelli e dal Sostituto Procuratore Maria Bice Barborini.

Le indagini proseguono.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»