Imprese, Mattarella: “Le istituzioni guidino verso lo sviluppo sostenibile”

Lettera del presidente della Repubblica al presidente della Confederazione nazionale dell'artigianato e della piccola e media impresa Daniele Vaccarino
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Rivolgo un cordiale saluto a tutti i partecipanti all’assemblea della Cna, che si tiene quest’anno nelle Marche, tra i luoghi simbolo del made in Italy e della capacità di laborioso impegno, manifestata anche nell’affrontare la tragedia del terremoto”. Lo scrive il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in un messaggio inviato al presidente della Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa Daniele Vaccarino. “Il rallentamento dell’economia, in particolare- prosegue Mattarella- per tensioni che frenano il commercio e alimentano l’incertezza a livello internazionale, evidenzia la necessità di un’Europa forte per affrontare le sfide, interne ed esterne, e di sostenere la fiducia di famiglie e imprese per rilanciare la domanda”. Per il capo dello Stato “investimenti in infrastrutture, innovazione e formazione sono indispensabili per cogliere le opportunità delle nuove tecnologie in maniera diffusa, ridurre divari e valorizzare il contributo delle piccole imprese e dell’artigianato, fondamentale nel nostro Paese in termini di occupazione e produzioni di qualità. La creatività italiana può trovare una leva importante nella transizione digitale, che amplia le possibilità di personalizzare i prodotti e di accedere a un mercato più ampio anche per le piccole aziende in differenti settori: dall’agroalimentare, alla manifattura, al turismo. Le istituzioni, insieme alle parti sociali, debbono accompagnare questo percorso con una strategia complessiva, assicurando un ambiente che favorisca l’imprenditorialità e lo sviluppo sostenibile, incluse regole semplici, amministrazioni efficienti ed una fiscalità equa, che non distorca la concorrenza tra operatori. Con questo spirito, invio a tutti i presenti un caloroso augurio di buon lavoro”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

26 Ottobre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»