Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

La Casa museo di Gramsci diventa monumento nazionale

Pes: "Con la Sardegna e con le sue radici mantenne sempre un legame importante"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

gramsci_museo2CAGLIARI – La Casa museo di Antonio Gramsci a Ghilarza (Oristano) è monumento nazionale. Con 161 favorevoli, 27 contrari e 31 astenuti, il Senato oggi ha dato via libera definitivo alla proposta della deputata oristanese Caterina Pes (Pd), dopo quello già ottenuto dalla Camera nell’aprile scorso. “Il riconoscimento credo rappresenti il giusto tributo alla memoria del primo tra gli antifascisti- il commento di Pes-.

La Casa Gramsci è un luogo di memoria, di storia, nel quale le vicende personali ed esistenziali di Antonio Gramsci si intrecciano, negli anni della sua formazione, con quelli della storia del nostro Paese”. Un riconoscimento anche al pensiero e alle opere del filosofo e giornalista sardo: “Gramsci è l’italiano più letto e conosciuto al mondo dopo Dante- sottolinea la deputata-. Con la Sardegna e con le sue radici mantenne sempre un legame importante, e non solo per motivi affettivi. Le opere di un intellettuale di questo calibro devono far parte della storia civile del nostro Paese e della cultura internazionale”.

di Andrea Piana, giornalista professionista

 

 

 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»