Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Roma, oltre 2.000 incontri programmati al “Meet in Italy”

Investitori italiani e stranieri presenti al Meet in Italy for Life Sciences 2016
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

meet-in-italy-3ROMA – Una innovativa sonda laparoscopica a guida attiva che, in caso di tumore alla prostata, consente la rimozione dei linfonodi metastatici e del linfonodo sentinella con una chirurgia mininvasiva. Un sistema 3D che, in caso di fratture di arti, crea tutori su misura leggeri, resistenti all’acqua e traspiranti- a differenza dei classici gessi- e meno costosi dei tutori su misura, consentendo al paziente di proseguire il suo normale stile di vita.

Una nuova sofisticata tecnologia applicata al sequenziamento di Rna e mRNA e biomarkers di ultima generazione. Sono solo alcune delle innovazioni create da startup e imprese laziali, che si stanno confrontando con partner e investitori italiani e stranieri presenti al Meet in Italy for Life Sciences 2016, in corso al Salone delle Fontane, evento dedicato all’economia della salute promosso dalla Regione Lazio, tramite Lazio Innova, in partnership con i maggiori attori pubblici e privati.

Un evento caratterizzato dall’alto profilo internazionale: il 60% dei partner proviene da paesi stranieri e per la prima volta sono presenti delegazioni cinesi che aprono prospettive nuove agli investimenti delle startup laziali. 2.000 incontri pianificati (+ 30% rispetto al 2015) cui si aggiungono numerosi incontri fuori agenda organizzati durante le sessioni di networking; oltre 400 gli iscritti ai b2b tra cui 100 startup provenienti da 30 paesi. Prevista in serata la prima sessione di pitch di fronte a una platea di investitori e corporate provenienti principalmente da Cina, Canada, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Israele, Russia, Svezia, Svizzera e USA.

In parallelo agli incontri b2b, si svolge una giornata di formazione specialistica per le startup dei settori Pharma (50% sul totale dei settori partecipanti), E-Health (30%) e Medical Device (10%) con alcuni tra i Mentor più conosciuti nel panorama dell’innovazione, tra i quali Roberto Ascione (Healthware International), Salvatore Majorana (Istituto Italiano di Tecnologia), Mario Caria (Sofimac Partner), Andrea Contri (Startup Initiative), Francesco De Seta (Medtronic), Milena Leone (Sanofi).

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»