Mediterraneo, Grasso: “Tutti noi europei corresponsabili di omissione”

ROMA - In tutta l'area del Grande Mediterraneo e del Medio Oriente "per prima cosa dobbiamo riconoscere che
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – In tutta l’area del Grande Mediterraneo e del Medio Oriente “per prima cosa dobbiamo riconoscere che noi tutti, europei e mediterranei siamo corresponsabili della situazione attuale, per azione o omissione. L’Unione europea ha dedicato al Mediterraneo politiche troppo esitanti e timide che hanno purtroppo decretato la nostra sostanziale irrilevanza sul corso degli eventi”. Lo ha affermato il presidente del Senato, Pietro Grasso, intervenendo in Consiglio regionale al convegno sulla cooperazione euromediterranea in coso a Firenze.

Pietro-Grasso

“La dichiarazione di Barcellona- ha aggiunto- e il relativo processo avevano tre anime: politica, economica e culturale, che hanno prodotto risultati estremamente deludenti. Al perdurare di situazioni di crisi e di forte instabilità di governo sul fronte politico si è unita, sul piano economico, l’incapacità di raggiungere risultati tangibili rispetto all’obiettivo, troppo ambizioso, di costituire una grande area di libero scambio. Di converso, le promettenti esperienze di cooperazione culturale non compensano la sostanziale inerzia che segna il tracciato delle politiche di partenariato euro-mediterraneo“.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»