Franceschini boccia la sua candidatura a sindaco di Roma: “Sono di Ferrara…”

Alla domanda se sarebbe meglio votare a Roma, il ministro ha risposto che "mi pare si stia andando in quella direzione. La legge prevede che dopo il commissariamento ci sia il voto"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Io sindaco di Roma? Sono di Ferrara, bassa Padana. Il sindaco di Roma deve essere un romano“. A dirlo è il ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Dario Franceschini, intervistato a Radio 24 da Giovanni Minoli.

D. Franceschini
D. Franceschini

“A ROMA MALESSERE MOLTO DIFFUSO” – “Se il sindaco Marino è stato un disastro? Io non ho titoli per dare giudizi, registro che al di là delle vicende degli scontrini ci sia un malessere molto diffuso in tutta la città”. Alla domanda se sarebbe meglio votare a Roma, il ministro ha risposto che “mi pare si stia andando in quella direzione. La legge prevede che dopo il commissariamento ci sia il voto”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»