hamburger menu

Renato Schifani è il nuovo governatore della Sicilia

"Confido negli assessori e nei partiti: questa non è la vittoria di Renato Schifani ma della coalizione"

Pubblicato:26-09-2022 19:56
Ultimo aggiornamento:27-09-2022 13:19
Canale: Politica
Autore:
schifani
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

PALERMO – “Questa è una vittoria di tutto il centrodestra: anche i partiti regionali raggiungeranno la soglia del 5% e contribuiranno a sostenere il mio governo“. Così Renato Schifani, neo presidente della Regione Siciliana, nel corso della conferenza stampa a Palermo per il commento dei dati sulle elezioni regionali.

DIALOGHERÒ CON I PARTITI

“Confido negli assessori e nei partiti: questa non è la vittoria di Renato Schifani ma della coalizione. Mi confronterò con i partiti quando ci saranno decisioni delicate da assumere”. “Sono un uomo delle mediazioni ma non al ribasso”, ha aggiunto Schifani.

Con le opposizioni ho avuto sempre rapporti pacati e aperti. In me troveranno una persona che si confronterà e che non chiuderà mai la porta”. “Spero che si possa aprire un’era di confronto costruttivo con le opposizioni”, ha ribadito l’ex presidente del Senato.

SARÀ GIUNTA DELLE COMPETENZE

“I consensi raggiunti dalle varie forze politiche influiranno nella composizione della giunta che, come ho già detto in campagna elettorale, sarà ‘delle competenze’, con assessori al ramo politici”.

COMITATO PER SORVEGLIARE ATTUAZIONE PNRR

Nel suo prossimo ruolo da presidente della Regione Siciliana, Renato Schifani intende istituire gratuitamente “un comitato ristrettissimo che possa verificare l’attuazione del Pnrr” e che sarà composto “da ex magistrati e da ex componenti delle forze dell’ordine”.
“Dobbiamo essere rigorosi – ha aggiunto -. Chiederò a questi uomini di Stato, che saranno estranei alla nostra terra, di dare una mano alla Sicilia”.

VOTO DISGIUNTO SMENTITO, CONTO SU MIA MAGGIORANZA

“Conto molto sul sostegno della mia maggioranza, che ha smentito quella ‘nomea’ del voto disgiunto: non mi pare, infatti, analizzando i flussi, che ci sia stata una fuga di voti”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-09-27T13:19:30+01:00