hamburger menu

Al via la nuova stagione di serie A di basket. Annunciata la Final Eight a Torino

Presentata oggi a Bologna la stagione 2022-2023 della serie A di basket. La Final Eight di Coppa Italia si giocherà a Torino

Pubblicato:26-09-2022 15:56
Ultimo aggiornamento:26-09-2022 15:56
Canale: Bologna
Autore:
madison_square_garden_basket
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

BOLOGNA – Sull’onda dell’entusiasmo per l’Europeo riparte la serie A di basket. Con la speranza che sia, da un lato, “una stagione normale” dal punto di vista sanitario e, dall’altro, “favorevole e positiva” per riaccendere la passione. Almeno questa è la speranza del presidente di Lega, Umberto Gandini, e del numero uno della federazione, Gianni Petrucci, questa mattina in Sala Borsa a Bologna per la presentazione della stagione 2022-2023.

SI INIZIA CON LA SUPERCOPPA

La nuova stagione di basket inizia dopodomani, mercoledì 28 settembre, con la Frecciarossa Supercoppa che vede impegnate nella Final Four di Brescia Milano, Virtus, Tortona e Sassari. Il campionato prenderà il via invece nel weekend dell’1 e 2 ottobre, con il match tra Milano e Brescia trasmesso in chiaro sul Nove, che trasmetterà poi anche le semifinali e finali di Final Eight di Coppa Italia, insieme a tutti i playoff e le finali e in diretta.

LA FINAL EIGHT DI COPPA ITALIA

Annunciata anche Torino come città sede quest’anno la Final Eight di Coppa Italia di basket, in calendario dal 15 al 19 febbraio prossimi. “Grazie a un accordo raggiunto in questi giorni- afferma Gandini- la Final Eight 2023 verrà giocata a Torino con grande supporto e ringraziamento che vanno al Comune di Torino, alla Regione Piemonte e alla Camera di commercio di Torino che hanno scelto di affiancarci in quello che, assieme al campionato, è uno degli eventi più importanti e qualificanti per i quali le 16 squadre giocheranno nel girone d’andata”.

Campionato italiano LBA 2022/23 conferenza stampa di presentazione della Serie A UnipolSai 2022/23 Biblioteca Sala Borsa “Piazza Coperta” Bologna 26/09/2022 Foto M.Ceretti/Ciamillo-Castoria

“VEDREMO UNA GRANDE PALLACANESTRO”

Gandini si augura quindi che “sia una stagione normale, intanto, che dal punto di vista della sicurezza e della sanità pubblica si possa vivere normalmente, come stiamo facendo adesso, e che anche la fase autunnale e invernale non diventi un problema come è stato negli ultimi due anni”. Inoltre, aggiunge Gandini, “ogni anno ci si aspetta sempre un prodotto migliore. Sono convinto e sicuro che tutte le 16 squadre quest’anno si daranno battaglia per i vari obiettivi in campo e che vedremo una grande pallacanestro”.

“IL BASKET STA FACENDO MIRACOLI”

Sulla stessa lunghezza d’onda Petrucci, che spera in una “stagione favorevole e positiva. Avete visto l’eco che ha avuto questo Europeo, l’entusiasmo suscitato è la dimostrazione che il basket tira“. E’ sempre dietro l’angolo, però, il paragone con il calcio e, dopo la vittoria ai Mondiali, anche con il volley. “Ieri ho chiamato Gabriele Gravina (presidente Figc, ndr) e gli ho fatto i complimenti per il coraggio che ha avuto nel dire quelle cose”, riferisce Petrucci, cioè che il calcio italiano ha necessità di una riforma profonda del sistema. “Se la situazione del calcio è quella- rivendica il numero uno della Fip- il basket sta facendo miracoli sotto tutti i punti di vista. Abbiamo problemi, ma Gandini li sta risolvendo molto bene”.

I DIRITTI TV

Tema caldo è sempre quello dei diritti televisivi. “Non è facile- sostiene Petrucci- pure io dico che dobbiamo andare in chiaro, ma il basket costa. Non voglio fare paragoni con altre discipline, si fanno sempre ma sono sport diversi. Io sono fiero di questo basket”. Gandini dal canto suo rivendica: “Abbiamo fatto tanti passi, sono aumentati i ricavi della Lega e questo era uno degli obiettivi primari. Per quanto riguarda lo streaming, l’ingresso di Eleven porta nuova linfa e un nuovo progetto editoriale e imprenditoriale. La riconferma delle partite su Eurosport è una buona notizia e soprattutto lo è il fatto che un gruppo importante come Discovery-Warner, che è diventato il terzo player mondiale, abbia scelto in Italia di puntare sul basket” trasmettendo una partita a settimana in chiaro su DMax e sul Nove.

IL PROBLEMA DEL CALENDARIO

C’è poi il nodo calendari. L’11 novembre si giocherebbe infatti sia il match Italia-Spagna per le qualificazioni mondiali sia la sfida Virtus-Milano in EuroLeague. “La partita tra Milano e Virtus fa benissimo al basket, purchè si anticipi- afferma Petrucci- si capisce perfettamente che è un danno convocare i giocatori che servono e quindi obbligare le società a mandarli. Io non voglio arrivare a questo, quindi mi auguro che questa partita si anticipi con il buon senso di tutti“.

TENSIONI IN LEGA

Sullo sfondo, rimangono poi le tensioni all’interno della Lega, con Virtus e Milano che nei mesi scorsi hanno manifestato contrarietà alla conferma di Gandini. E se Petrucci esorta a non fare polemiche, Gandini rintuzza: “Ogni società ha tutti i diritti di salvaguardare i propri interessi. Se ci sono state espressioni di un certo tipo è perchè sono state ponderate e valutate sulla base dei fatti. Io ritengo di non aver mai avuto all’interno della Lega difficoltà di comunicazione e di gestione. Mi auguro che con il lavoro quotidiano e l’attenzione che tutti insieme dobbiamo dedicare a questo prodotto, si superino anche le differenze”.

LE LICENZE PER I PROFESSIONISTI

Un’altra novità di quest’anno è legata al manuale delle licenze. “Tutte le squadre che partecipano al campionato hanno ricevuto dalla federazione la licenza per disputare il campionato professionistico– spiega Gandini- quindi il manuale delle licenze è parte integrante della documentazione federale e verrà esteso anche alla Lnp e alla Lega Femminile, non con le stesse indicazioni ma perlomeno con la stessa filosofia. Per fare basket di alto livello sono necessarie persone, strutture organizzative e gestionali di un certo livello ed è giusto che il sistema si adegui a questo”. La stagione sarà contrassegnata infine da una nuova campagna di comunicazione, grazie all’artista Charis Tsevis che collabora da anni con Nba e Lba.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-09-26T15:56:03+01:00