Martella: “Impegno per sostegno stabile all’editoria”

Il sottosegretario con delega all'editoria: "Informazione indispensabile, è il momento di scelte politiche"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Il sottosegretario Andrea Martella assicura una “stagione di rinnovamento” nell’editoria. “Mi impegnero’ per la stabilita’ e la continuita’ del sostegno pubblico”, dice nel corso di un convegno organizzato al Senato dall’Uspi sul rilancio del settore. “E’ essenziale assicurare al settore dell’informazione i proventi dovuti per la protezione dei contenuti digitali. La questione della difesa della proprieta’ intellettuale e’ stata negli ultimi anni un terreno di scontro anche politico ma e’ un tema essenziale per preservare la certezza di un principio fondamentale quale la giusta remunerazione del lavoro”, aggiunge Martella.

Il sottosegretario con delega all’editoria Andrea Martella ha sottolineato che l’impegno per la stabilita’ e la continuita’ del sostegno pubblico all’editoria avverra’ “attraverso la valorizzazione delle risorse statali del fondo per il pluralismo e la loro finalizzazione in un ventaglio di misure coordinate capace di sostenere le imprese, anche nel loro percorso di innovazione e di incentivare la domanda di informazione di qualità“.

“L’informazione e’ un bene di tutti indispensabile per il funzionamento della democrazia. Va promosso, ne preservata la pluralita’ delle fonti e l’espressione pluralistica”.  Il sottosegretario propone “di garantire una serie di incontri nelle prossime settimane con gli stakeholders per acquisire riflessioni e progetti ed aprire un tavolo di confronto per soluzioni operative. Da parte mia – assicura- non manchera’ mai la disponibilita’ al confronto. Sono consapevole del fatto che nei mesi scorsi sono state formulate diverse valutazioni e ipotesi di lavoro. A me sembra giunto il momento delle scelte politiche per offrire al sistema editoriale un quadro di misure aggiornato e funzionale. Questo e’ il momento in cui le scelte politiche andranno compiute“.

 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

26 Settembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»