Ius Soli, la chiusura di Ap: “Sarebbe regalo alla Lega, per noi questione finita”

Il partito di Alfano e Lupi nega l'appoggio alla misura proposta dai dem: 'Gentiloni non chiederà la fiducia su questo tema'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print


ROMA – “Una cosa giusta fatta al momento sbagliato può diventare una cosa sbagliata, un regalo alla Lega”. Con queste parole Angelino Alfano, al termine della direzione di Ap, archivia il dibattito sullo ius soli. Nessuno spazio, quindi, sembra essere rimasto per la riforma del diritto di cittadinanza, arenatasi al Senato: “Per noi la questione è finita”, sottolinea il neocoordinatore di Ap Maurizio Lupi.

“Se in Consiglio dei ministri si parlerà di mettere la fiducia” alla legge sullo ius soli, aggiunge Lupi, “i minsitri di Ap si diranno contrari, ma sono sicuro che il presidente Gentiloni, che ha dimostrato più volte responsabilità, sa bene che da qui a dicembre le proprietà sono altre”.

La presa di posizione del principale alleato di governo di Gentiloni arriva dopo i ripetuti inviti, da parte della sinistra, a calendarizzare la legge. “Se il Pd ci prova, noi ci siamo”, aveva detto Pierluigi Bersani questa mattina. Ora, la palla torna ai dem. Starà infatti a loro decidere se ritirarsi o provare a forzare la mano in Senato.

di Michele Bollino

 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»