hamburger menu

Il dg dell’Arpal Cassano candidato con Azione va in aspettativa dal primo settembre

Il dg è finito al centro delle polemiche dopo l'annuncio della candidatura con conseguente richiesta di sue dimissioni

Pubblicato:26-08-2022 16:50
Ultimo aggiornamento:26-08-2022 16:50
Canale: Puglia
Autore:
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

di Alba Di Palo

BARI – “Dal 1 al 26 settembre sarò in aspettativa non retribuita dall’Agenzia“. È quanto annuncia in una nota Massimo Cassano, il direttore generale dell’Arpal della Puglia, l’agenzia regionale per le politiche attive del lavoro, candidato nelle liste di Azione alle politiche del prossimo 25 settembre.
Il dg è finito al centro delle polemiche dopo l’annuncio della candidatura con conseguente richiesta di dimissioni. Cassano spiega di aver scelto il primo settembre come data per dare avvio alla aspettativa “perché si completasse la procedura di assunzione dei nuovi dirigenti”.

Cassano, che correrà nel collegio plurinominale della Camera preceduto solo da Mara Carfagna, si dice “certo di affidare l’Agenzia a un team composto da persone preparate e pronte a dare continuità al percorso di rilancio dei servizi pubblici per l’impiego in Puglia”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-08-26T16:50:10+02:00