Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Afghanistan, Isis rivendica attacco all’aeroporto di Kabul: oltre 90 morti e 160 feriti

Le due esplosioni, causate da un attacco suicida e dallo scoppio di un'autobomba, sono state rivendicate dall'Isis
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Di Brando Ricci e Michele Bollino

ROMA – Viene aggiornato di minuto in minuto il bilancio delle due esplosioni che si sono verificate nei pressi dell’aeroporto di Kabul, causate da un attacco suicida e dall’esplosione di un’autobomba. Secondo quanto riportato dalla stampa internazionale sarebbero almeno 90 i morti e oltre 160 i feriti.

LEGGI ANCHE: Afghanistan, il racconto da Kabul: “Molti morti vicino a me, canale è color sangue”

Fonti del dipartimento della Difesa americana hanno confermato che nelle esplosioni hanno perso la vita 13 Marines, mentre altri 15 sono stati feriti. Si tratta dei primi esponenti delle forze armate
americane a perdere la vita in Afghanistan dal febbraio 2020. Gli eserciti turco, britannico, italiano e tedesco hanno invece reso noto che non ci sono loro militari coinvolti negli attentati.

In serata è arrivata la rivendicazione dell’attentato da parte dell’Isis. A riferirlo il sito di informazione Site, che diffonde la foto dell’attentatore pubblicata da Isis- Gruppo Khorasan (Ikrp), un gruppo armato che si autodichiara affiliato al gruppo Stato Islamico e che opera principalmente in Asia centrale e sud-orientale.

I talebani hanno “fortemente” condannato l’attacco per bocca del loro portavoce, Zabihullah Mujahid, che sul suo profilo Twitter ha anche evidenziato che la zona in cui si sono verificati gli attentati si trova “sotto la responsabilità delle forze armate Usa”.

LEGGI ANCHE: Afghanistan, Simona Vasta (Sky): “Molta paura sul volo, non sapevamo dell’attacco”

L’ong italiana Emergency ha invece riferito di oltre “60 feriti” trasportati nel Centro chirurgico della ong nella capitale. Le due esplosioni, che un ex interprete dell’esercito britannico ha definito “abbastanza forti” parlando all’emittente Sky news, si sono verificate tra l’Abbey Gate dello scalo l’hotel Baron. L’area è quella dove migliaia di cittadini afghani in possesso dei documenti validi per lasciare il Paese stavano attendendo da ore una risposta in merito a una loro eventuale evacuazione.

L’esplosione è avvenuta dopo i ripetuti allarmi dell’intelligence americana che, nella giornata di ieri, aveva definito “imminente” un attacco all’aeroporto dove sono in corso le operazioni di evacuazione da parte della coalizione occidentale.

Il giornalista afghano Bilal Sarwarys, seguito da quasi 200mila utenti di Twitter, ha citato dei testimoni oculari dell’attacco e ha detto che “un attentatore suicida si è fatto esplodere nel mezzo di una grande folla”, mentre almeno un altro degli aggressori “ha iniziato a fare fuoco”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»