Coronavirus, boom di contagi: sono 1367 i nuovi casi su oltre 93mila tamponi

13 i decessi, 69 le persone in terapia intensiva
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA –  Sono 1.367, a fronte di 93.529 tamponi effettuati, i nuovi casi di coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore. 13 i decessi. E’ quanto emerge dal quotidiano bollettino sul coronavirus emesso dal ministero della Salute. Le persone ricoverate in terapia intensiva salgono a 69, tre piu’ di ieri.

IN LOMBARDIA 269 NUOVI CASI E ZERO DECESSI. 2/3 POSITIVI DALL’ESTERO

Per il secondo giorno consecutivo in Lombardia non si registra alcun decesso attribuibile al covid-19, mentre sono 87 i nuovi guariti e dimessi. A fronte del numero di tamponi effettuati, pari a 16.561, sono 269 i nuovi positivi riscontrati, con un rapporto tra tamponi e numero di positivi pari a 1,6%. Di queste positivita’, “due terzi- come spiega l’assessore al Welfare lombardo, Giulio Gallera- sono determinate da rientri in Lombardia dall’estero”, mentre ben 214 dei casi positivi odierni “sono riferiti a persone con eta’ inferiore a 50 anni, 28 di questi sono minorenni”. Per quanto riguarda l’attivita’ di screening con i test molecolari negli aeroporti, a Malpensa sono stati eseguiti 10.800 tamponi, a Linate 1.024, mentre nello spazio allestito accanto alla Fiera di Bergamo (per chi proviene dallo scalo di Orio al Serio) 1.859. Pressoche’ tutti di nazionalita’ italiana (93%) i cittadini testati e’ italiano: il 56% rientrava dalla Grecia, il 40 dalla Spagna, il 2 dalla Croazia e altrettanti da Malta. Fra gli stranieri sottoposti a tampone, il 52% proviene dalla Spagna, il 43 dalla Grecia e il 5 dalla Croazia. Gallera annuncia gia’ 40.000 prenotazioni negli ambulatori allestiti dalle Asst della Lombardia, dove si effettuano test sierologici gratuiti e su base volontaria agli insegnanti e operatori scolastici. “Ricordiamo che l’incremento dei casi positivi, in Lombardia come nelle altre regioni, va sempre rapportato al numero dei tamponi effettuati”, sottolinea l’assessore, “senza mai dimenticare che, se si ragiona in termini di confronti assoluti, il numero degli abitanti della Lombardia e’ pari a 1/6 della popolazione nazionale”.

BOOM POSITIVI IN TOSCANA: +161, 18 DALLA SARDEGNA

In Toscana il numero dei nuovi casi di covid si impenna: dai 6.084 tamponi effettuati, oggi sono stati riscontrati 161 positivi in piu’ rispetto a ieri, quando erano 34 (a fronte di 3.874 tamponi). Del totale dei nuovi contagi 21 sono stati identificati in corso di tracciamento e 140 da attivita’ di screening. E si registra anche un nuovo decesso: un uomo di 74 anni, a Lucca. L’eta’ media dei nuovi positivi (11.414 da inizio pandemia) e’ di circa 36 anni e di questi 81 sono ricollegabili a rientri dall’estero, di cui 69 dalle vacanze (25 Spagna, 25 Grecia, 16 Croazia, 3 Malta). Ventuno, invece, sono quelli di rientro da altre regioni italiane (18 dalla Sardegna). Per quanto riguarda gli stati clinici, il 75% e’ risultato asintomatico, il 19% pauci-sintomatico. Il 14% della casistica e’ un contatto collegato a un precedente caso. I guariti crescono dello 0,1% e raggiungono quota 9.083 (79,6% dei casi totali). Sono questi i dati accertati dalla Regione e trasmessi nel bollettino giornaliero. 

NEL LAZIO 162 NUOVI CASI (121 A ROMA), 45% PER RIENTRI DA SARDEGNA

 “Oggi nel Lazio si registrano 162 casi e un decesso, di questi 121 sono a Roma. Si conferma una prevalenza dei casi di rientro e in particolar modo con link dalla Sardegna (45%). L’indice Rt decresce per la seconda settimana consecutiva con un valore pari a 0.42 dovuto ai casi importati e asintomatici”. E’ quanto afferma l’assessore regionale alla Sanita’, Alessio D’Amato. “Buona la capacita’ di monitoraggio e di indagine sui contatti- continua D’Amato-. E’ quadruplicato nell’ultima settimana il numero dei tamponi effettuati ai drive-in e al Porto di Civitavecchia e’ stato potenziato il drive-in con i test rapidi. Si ringraziano tutti gli operatori sanitari nonche’ la collaborazione di tutte le autorita’ interessate per lo straordinario lavoro. Per i test agli imbarchi verso l’isola siamo in attesa della firma dell’accordo di reciprocita’ con la Regione Sardegna e il Governo. Per quanto riguarda l’indagine di sieroprevalenza nelle scuole buona l’adesione e i primi risultati dei livelli di sieroprevalenza sono in linea con l’indagine Istat”.

“Nella Asl Roma 1 sono 37 i casi nelle ultime 24h e di questi trentacinque sono di rientro, trentadue con link dalla Sardegna, uno dalla Grecia, uno dall’Olanda e uno dalla Spagna. Sono due i casi individuati in fase di pre-ospedalizzazione- continua D’Amato- Nella Asl Roma 2 sono 42 i casi nelle ultime 24h e tra questi ventidue sono di rientro, otto con link dalla Sardegna, tre dalla Sicilia, due dalla Croazia, due dalla Spagna, due dalla Grecia e cinque con indagine epidemiologica in corso. Nella Asl Roma 3 sono 42 i casi nelle ultime 24h e tra questi trentacinque sono casi di rientro, trentuno hanno link dalla Sardegna, due da Ibiza (Spagna), uno dalla Grecia e uno da Olanda. Sono cinque i casi che hanno link con il cluster della festa in spiaggia a ferragosto ad Ostia. Nella Asl Roma 4 sono 4 i casi nelle ultime 24h e tra questi un caso con link dalla Sardegna e due con link al cluster del locale ‘Malaspina’ dove e’ in corso l’indagine epidemiologica. Nella Asl Roma 5 sono 5 i casi nelle ultime 24h e si tratta di un caso con link dalla Sardegna, un caso individuato in fase di pre-ospedalizzazione e un caso con link al cluster del CAS un Mondo Migliore di Rocca di Papa dove e’ in corso l’indagine epidemiologica. Nella Asl Roma 6 sono 16 i casi nelle ultime 24h e tra questi sette con link dalla Sardegna e nove sono contatti di casi gia’ noti e isolati”. “Nelle province si registrano 16 casi e zero decessi nelle ultime 24h- conclude D’Amato- Nella Asl di Latina sono tre i casi e si tratta di contatti di casi gia’ noti e isolati. Nella Asl di Frosinone si registrano dieci casi e di questi otto sono di rientro, cinque con link da Sardegna, uno da Puglia, uno da Emilia-Romagna e uno da Veneto. Nella Asl di Viterbo sono tre i casi e sono due con link dalla Sardegna e uno dalla Spagna”.

IN CAMPANIA 135 CASI, 41 RIENTRI DA SARDEGNA E 30 DALL’ESTERO

Anche nelle ultime 24 ore in Campania i contagi superano quota 100. Il bollettino di oggi (aggiornato alle 23:59 di ieri) dell’unita’ di crisi della Regione evidenzia 135 nuovi contagi con 71 casi rientro (41 dalla Sardegna e 30 dall’estero). I tamponi processati sono 3.026.
Il totale complessivo dei positivi supera quota 6mila arrivando a 6.111 contagi su 393.265 tamponi effettuati dall’inizio emergenza. C’e’ anche un caso di decesso nelle ultime 24 ore (il totale dei morti da Covid-19 sale a 443) mentre sono tre i nuovi guariti (totale 4.373).

IN EMILIA-ROMAGNA CASI POSITIVI QUASI RADDOPPIATI RISPETTO A IERI

Sono quasi raddoppiati i casi positivi di coronavirus in Emilia-Romagna. Il bollettino delle ultime 24 ore indica oggi 31.214 casi di positivita’, 120 in piu’ rispetto a ieri (quando erano 65 sul giorno prima), di cui 67 asintomatici individuati nell’ambito delle attivita’ di contact tracing e screening regionali. E resta alto il numero di tamponi giornalieri, visto che oggi sono piu’ di 10.700: per la precisione sono stati 10.757, per un totale di 853.910. A questi si aggiungono anche 1.600 test sierologici. E i casi attivi, ossia il numero di malati effettivi, a oggi sono 2.301 (112 in piu’ di quelli registrati ieri). Non si registra nessun decesso in tutta l’Emilia-Romagna, cosi’ come ieri. Dei 65 casi positivi di ieri, rintracciati sulla base del numero record di 11.052 tamponi, i sintomatici erano 33. Dei 120 nuovi casi di oggi, 33 erano gia’ in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 66 sono stati individuati nell’ambito di focolai gia’ noti. Sono 10 i nuovi contagi collegati a rientri dall’estero, per i quali la Regione ha previsto due tamponi naso faringei durante l’isolamento fiduciario se in arrivo da Paesi extra Schengen e un tampone se di rientro da Grecia, Spagna, Croazia e Malta. Il numero di casi di rientro da altre regioni e’ pari a 15. L’eta’ media dei nuovi positivi di oggi e’ pari a 30 anni. Su 67 nuovi asintomatici, 18 sono stati individuati attraverso gli screening e i test introdotti dalla Regione, 44 grazie all’attivita’ di contact tracing mentre 3 casi sono emersi dai test pre-ricovero e 2 non sono ancora noti. Per quanto riguarda la situazione sul territorio, le province che presentano il maggior numero di casi sono Ravenna (24), Bologna (21), Forli’-Cesena (21), Ferrara (14) e Modena (10). 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

26 Agosto 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»