Terrorismo, in Europa occidentale meno dell’1% di vittime

Le vittime europee, sempre nel 2016, sarebbero state 238 delle 34.676 totali
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA  – L’Europa occidentale ha pianto meno dell’un per cento delle vittime di terrorismo a livello globale: lo rivela uno studio, relativo al 2016, pubblicato in settimana dall’Università del Maryland.

Sulla base delle stime, fondate su un database mondiale, il Global Terrorism Database (Gtd), lo scorso anno in Europa occidentale gli attentati sono stati 269. Nel mondo invece gli episodi classificabili come terroristici sono stati almeno 13.488.

Le vittime europee, sempre nel 2016, sarebbero state 238 delle 34.676 totali. Secondo gli esperti dell’università americana, le regioni più colpite restano Nord Africa e Medio Oriente. Lo scorso anno in queste aree si sarebbe verificato il 55 per cento degli attentati. Almeno 19.121 i morti.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»