Sgombero di via Curtatone, cardinale Parolin: “Dolore per violenza inaccettabile”

"Se c'è la volontà si possono trovare soluzioni e abitazioni alternative" ha detto il segretario di Stato
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Card. ParolinRIMINI – “Sconcerto e dolore” per la violenza, “che non è accettabile da nessuna parte”: così oggi il cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato vaticano, interpellato al Meeting di Comunione e liberazione (Cl) a Rimini sullo sgombero dei rifugiati in via Curtatone e a piazza Indipendenza a Roma.

Questi episodi, ha denunciato il porporato, “non possono che provocare sconcerto e dolore, soprattutto per la violenza che si è manifestata e la violenza non è accettabile da nessuna parte”.

Nel suo intervento il cardinale Parolin ha detto di giudicare “doveroso” l’intervento della politica. “Se c’è la volontà si possono trovare soluzioni e abitazioni alternative” ha detto il segretario di Stato. “Non dimentichiamo che queste donne uomini e bambini sono in questo istante nostri fratelli”.

LEGGI ANCHE

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»