NEWS:

Insulti al disabile per il parcheggio, la Polizia individua il responsabile VIDEO

Rintracciato grazie alle telecamere di sorveglianza

Pubblicato:26-08-2017 12:25
Ultimo aggiornamento:17-12-2020 11:37

FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

MILANO – La Polizia di Stato ha identificato l’uomo che la sera del 18 agosto 2017, nel parcheggio del centro commerciale di Carugate, ha affisso un foglio contenente frasi aggressive e violente nei confronti di un disabile che, erroneamente, riteneva colpevole di averlo fatto multare per avergli occupato il parcheggio riservato.


In realtà, la multa era stata elevata, unitamente ad altre, per un controllo autonomo da parte della Polizia Locale di Carugate che ha collaborato alle indagini.

Alla identificazione dell’autore gli uomini dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Milano sono arrivati, con la collaborazione del centro commerciale, attraverso la visione delle immagini del sistema di video sorveglianza che alle 21.28 ritraevano l’arrivo dell’uomo e il momento di affissione del cartello.


Non essendoci un singolo portatore di handicap titolare del posto riservato a tale categoria, la associazione LEDHA, in data 25 agosto 2017, presso gli uffici della Polizia di Milano, ha sporto Querela per l’intera categoria colpita e offesa dalle frasi diffamatorie contenenti un messaggio di odio e violenza.

IL CARTELLO DELLA VERGOGNA

Ecco cosa c’era scritto sul barbaro cartello affisso nel parcheggio: “A te handicappato che ieri hai chiamato i vigili per non fare due metri in più vorrei dirti questo: a me 60 euro non cambiano nulla, ma tu rimani sempre un povero handicappato. Sono contento che ti sia capitata questa disgrazia”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy