hamburger menu

È morto Giorgio Oppi, storico leader dell’Udc in Sardegna

Da settimane il consigliere regionale, scomparso a 82 anni, era ricoverato in gravi condizioni per una forma di pancreatite

26-07-2022 18:42
giorgio_oppi_udc_sardegna
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – È scomparso questa mattina all’età di 82 anni, nel reparto di rianimazione dell’ospedale Brotzu di Cagliari, Giorgio Oppi, storico leader della Dc, e poi dell’Udc, in Sardegna. Da settimane il consigliere regionale era ricoverato in gravi condizioni per una forma di pancreatite.

IL CORDOGLIO DI SOLINAS

Profondo cordoglio, dolore e tristezza“. Così il presidente della Regione Sardegna, Christian Solinas, dopo aver appreso della scomparsa del leader dell’Udc, Giorgio Oppi. “Un uomo – scrive il governatore – al quale mi legava un’antica, profonda amicizia, un interlocutore e un alleato leale, autorevole, di grandissima esperienza, alla quale, fin dai miei primi passi nella politica, ho guardato con stima e amicizia”.

La Sardegna intera, “non solo il mondo politico, oggi perde una figura centrale, straordinario esperto delle Istituzioni – prosegue Solinas – che mancherà e resterà nel ricordo di tutti. Il suo impegno costante nelle più grandi battaglie della Sardegna resta un ricordo vivo, una traccia indelebile del suo operato”. Un lungo percorso nelle istituzioni, “che lo ha visto sempre attivo e tenace protagonista di tante stagioni politiche e dei momenti più delicati che hanno segnato la storia dell’Autonomia sarda e della nostra società – le parole di Solinas -. Combattivo, mai arrendevole o remissivo, forte nell’animo, è stato uomo del dialogo che ha saputo mettere da parte egoismi e personalismi per privilegiare il bene pubblico”.

Giorgio Oppi, ricorda il governatore, “ha incarnato al meglio la figura del ‘politico vicino alla gente’. Iniziando la sua attività politica nella Dc, per poi confluire nel Ccd e nell’Unione di Centro, partito che ha animato fino alla fine con passione, straordinario entusiasmo e grande preparazione, è stato uno dei personaggi politici sardi di maggior rilievo e spessore”.

Consigliere comunale, regionale, due volte assessore, deputato, ancora consigliere regionale, “Oppi ha contribuito ad arricchire il dibattito politico e a veicolare temi di primaria importanza per la regione, sostenendo settori chiave della nostra economia – sottolinea Solinas -. Sempre pronto all’ascolto, non ha mai perso il legame con il suo territorio d’origine, il Sulcis, né il senso di appartenenza alla comunità”.

Oppi, continua Solinas, “ha saputo segnare la storia della Sardegna e le sue vicende politiche con la sua personalità, attento alle evoluzioni di una società in continuo mutamento, eppure così intimamente legato alle tradizioni e alla cultura sarda”. Resterà nel ricordo di tutti “anche per la sua bontà d’animo – conclude – la sua generosità e per quelle caratteristiche personali – prima fra tutte l’ironia, sempre usata con fine intelligenza – che ne hanno saputo fare un grande uomo e un grande figlio della sua Sardegna“.

RINVIATE LE COMMISSIONI DEL CONSIGLIO REGIONALE

In segno di cordoglio per la scomparsa di Giorgio Oppi, decano del Consiglio regionale, sono state rinviate a data da destinarsi le riunioni delle commissioni Attività produttive e Lavori pubblici, programmate rispettivamente per mercoledì e giovedì. Lo rende noto in un comunicato l’ufficio stampa del Consiglio regionale sardo.

CESA: “L’UDC PERDE UN PUNTO DI RIFERIMENTO”

“Con Giorgio Oppi scompare un pilastro nella storia dei valori democratico-cristiani, un punto di riferimento per la nostra famiglia politica, una personalità che amava fare politica nel territorio più di qualsiasi altra cosa tanto che, nel 2009, si dimise da deputato quando venne eletto in Consiglio regionale“. Così il segretario nazionale Udc Lorenzo Cesa.

“Perdiamo un esempio straordinario di chi ha concepito la politica, durante tutta la sua vita, sempre al servizio del bene comune – sottolinea Cesa – Esprimo a nome di tutta l’Udc le mie più sentite e affettuose condoglianze alla moglie Graziella, alla famiglia e agli amici dell’Udc Sardegna”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-07-26T18:42:26+02:00