Sondaggio Dire-Tecnè: cresce il consenso per la Lega, è al 38,1%

Presi in esame il consenso ai partiti, il consenso alla Tav e la propensione a tornare a votare. Ecco chi sale e chi scende nell'analisi effettuata il 24 e 25 luglio 2019
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Le tensioni nel governo, il Russiagate, le critiche a Salvini nella gestione dei migranti e il caso Tav: tutto questo non ha effetto sul consenso alla Lega, che cresce dell’1,1 per cento in una settimana, raggiungendo quota 38,1. 

Sostanzialmente stabili i Cinque Stelle, male il Pd che in una settimana perde lo 0,9 per cento. 

Il 40,5 per cento degli intervistati vorrebbe tornare al voto. Il 60,1 per cento degli intervistati e’ favorevole alla Tav. Questi alcuni dei risultati di Monitor Italia, il sondaggio nato dalla collaborazione tra agenzia Dire e l’istituto Tecne’, pubblicato ogni venerdi’. 

Presi in esame il consenso ai partiti, il consenso alla Tav e la propensione a tornare a votare. Ecco chi sale e chi scende nell’analisi effettuata il 24 e 25 luglio 2019:

NOTA METODOLOGICA: Campione di 1.000 casi, rappresentativo della popolazione maggiorenne italiana, articolato per sesso, eta’, area geografica estensione territoriale: intero territorio nazionale Interviste il 24-25 luglio 2019 con metodo Cati, Cami, Cawi. Totale contatti: 4.587 – rispondenti: 1000 – rifiuti/sostituzioni: 3.587. Margine di errore +-3,1% Soggetto che ha realizzato il sondaggio: Tecne’ srl – Committente: Agenzia DIRE – Il documento completo sul sito: sondaggipoliticoelettorali.it

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

26 Luglio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»